top of page
  • Immagine del redattoreVanessa Valenti

Ho Chi Minh City, la vecchia Saigon

Afosa, rumorosa e moderna, Ho Chi Minh City è nota anche come la vecchia Saigon ed è la città più grande e popolosa del Vietnam; situata nella parte sud-occidentale del paese, senza includere i centri abitati limitrofi, conta circa 9 milioni di abitanti.

È suddivisa in 24 distretti: quelli più esplorati dai turisti sono solitamente il numero 1, 2 e 5 (Chinatown - Cholon).

Ho Chi Minh City, Vietnam
Ho Chi Minh City

Fino alla fine del XVII secolo era una piccola città del Regno di Cambogia, nota come Prey Nokor; venne poi conquistata dai vietnamiti e rinominata Saigon (come l’omonimo fiume che la attraversa), nome con cui fu conosciuta fino al 1975.

Fu capitale della Cocincina e del Vietnam del Sud dal 1956 al 1975, anno in cui venne espugnata dalle truppe nord-vietnamite il 30 aprile del 1975, data che segnò la fine della Guerra del Vietnam e che portò alla riunificazione del Paese, quando Saigon venne rinominata Ho Chi Minh City, in onore del padre fondatore del Vietnam.

Rispetto alla millenaria Hanoi, Ho Chi Minh City ha quindi poco più di trecento anni di vita ma si è sviluppata molto più velocemente: si tratta infatti di una città tutt’ora in pieno sviluppo e in forte crescita demografica, che ricopre il ruolo di capitale finanziaria ed economica del Vietnam, oltre che essere una delle destinazioni turistiche principali del Paese.

Qui abbiamo scoperto un lato del Vietnam molto diverso da quello che avevamo incontrato fino ad allora nel nostro viaggio: ad HCM City infatti, la storia si fonde con la modernità, e i vecchi templi si alternano ad alti grattacieli moderni. 

Ai turisti HCM City offre sia attrazioni storiche, con musei ed altri luoghi correlati principalmente alla Guerra del Vietnam, ma anche culturali e religiose, con templi, pagode e mercati, ma a differenza della capitale Hanoi, qui non mancano nemmeno rooftop bar e terrazze panoramiche per osservare la metropoli dall’alto e locali notturni per divertirsi un po’. 

Ma ora partiamo alla scoperta di Ho Chi Minh City, la vecchia Saigon!


Ho Chi Minh City all’interno di un itinerario di 2 settimane in Vietnam

Ho Chi Minh City è la principale città del Vietnam del sud e spesso quindi anche la base da cui muoversi alla scoperta di questa parte del paese.

Alla stregua della capitale Hanoi, anche qui nella vecchia Saigon di cose da fare e vedere ce ne sono tantissime, per cui raccomando almeno 2 giorni e preparati: qui farai il pieno di shopping e cibo fantastico.

Ho Chi Minh City, Vietnam
Ho Chi Minh City

Noi siamo giunti qui con un volo da Da Nang e ci siamo fermati per 3 giorni e mezzo: complessivamente due pieni trascorsi a HCM City e uno e mezzo trascorso nel Delta del Mekong, a sud-est della città. Come appena accennato infatti, HCM City è un’ottima base per esplorare la vicina zona del Delta del Mekong con gite in giornata o escursioni da più giorni, ma di quest’esperienza parleremo in maniera più approfondita nel prossimo e ultimo post del nostro itinerario.

Noi abbiamo deciso di trascorrere una prima giornata esplorando la città e poi spostarci il secondo giorno verso il Delta del Mekong, dove siamo quindi effettivamente rimasti il secondo e metà del terzo giorno. Nel primo pomeriggio del nostro terzo giorno nel Sud del Vietnam siamo rientrati a HCM City dove abbiamo fatto qualche giro prima e dopo cena! Il quarto e ultimo giorno abbiamo avuto a disposizione la mattina per le ultime esplorazioni e poi nel pomeriggio siamo partiti per il volo di ritorno.

Dalla vecchia Saigon infatti, abbiamo preso il volo che ci ha riportati in Italia, grazie al secondo aeroporto più importante del paese: volendo è possibile ripercorrere questo stesso itinerario al contrario, partendo dal sud e andando verso il nord. La nostra scelta è stata puramente dettata dalla comodità di giorni e orari di partenza e dai prezzi.

Riassumendo: 

Giorno 1 : Ho Chi Minh City

Giorno 2 : Can Tho

Giorno 3 : Can Tho e rientro a Ho Chi Minh City

Giorno 4: Ho Chi Minh City e rientro in Italia


Quando andare a Ho Chi Minh City

Nel Vietnam del Sud il clima è di tipo tropicale, caldo tutto l’anno, con temperature medie comprese tra 26° e 29° e minime che si avvicinano ai 20° C in inverno.

La stagione delle piogge in questa zona va da Maggio a Ottobre, ma rispetto al resto del Vietnam, qui le piogge non sono così intense, con temperature abbastanza costanti. 

Il periodo migliore per visitare il sud del paese è quindi da Dicembre ad Aprile, ovvero i mesi più secchi, quando le piogge sono quasi del tutto assenti (1-2 giorni ogni mese).

Detto questo, è possibile recarsi in città in qualsiasi periodo dell'anno: noi siamo andati a fine Settembre, in pieno periodo delle piogge e, a parte la prima mattina di pioggia debole, abbiamo beccato giornate pazzesche! Per saperne di più in merito al clima vietnamita e a quando organizzare il tuo viaggio allora LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse


Come raggiungere Ho Chi Minh City

Come raggiungere Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City è la città più popolosa e grande del paese, va da sé che anche il suo aeroporto internazionale sia il più trafficato del Vietnam: offre infatti ottimi collegamenti intercontinentali grazie ai voli per l’Europa, ma anche continentali con le maggiori città asiatiche, più i tanti voli interni per tutti gli altri aeroporti maggiori vietnamiti (Hanoi, Hue, Da Nang, ecc...) grazie a varie compagnie nazionali.

Noi infatti abbiamo raggiunto HCM City (SGN) utilizzando Vietravel, una delle tante compagnie vietnamite, coprendo la tratta Da Nang - Ho Chi Minh City a soli 36€ a testa in circa 1 ora e mezza di volo.

L’aeroporto di HCM City fra l’altro si trova a pochi chilometri dal centro città, rendendolo facilmente e velocemente raggiungibile: sia dall’aeroporto al centro che dal centro all’aeroporto abbiamo speso 117.000 VND (circa 4,5€) a tratta per un taxi, prenotando la corsa su Grab, impiegando circa 30 minuti di auto.

Ma Ho Chi Minh City è anche il capolinea della ferrovia che collega il nord al sud del paese, partendo da Hanoi: spostarsi in treno è nettamente più lento e brigoso, per cui per spostamenti così ampi è preferibile l’aereo, a meno che uno non scelga di fare più tappe intermedie. 

L’altra alternativa è il solito autobus notturno, di cui abbiamo già ampiamente parlato nel corso di questo viaggio: era la nostra scelta nella versione precedente del nostro itinerario, quando avevamo incluso anche una tappa a Nha Trang e Da Lat. Alla fine abbiamo eliminato questa parte di viaggio e, dovendo raggiungere HCM City da Da Nang, l’aereo era l’opzione più rapida ed economica.

Dipende come sempre da che tipo di viaggio stai cercando e dall’itinerario che hai costruito: fortunatamente le opzioni sono tantissime e sono bene o male tutte relativamente economiche!


Dove alloggiare a Ho Chi Minh City

Abbiamo quindi visto come HCM City sia una delle più grandi metropoli del sud-est asiatico; devi sapere poi che la città è suddivisa in Distretti (che altro non sono che dei quartieri), differenziati con numeri o nomi. 

Il Distretto 1 è quello più turistico e con più attrazioni (ma anche il più caotico), e solitamente è quello più indicato dove alloggiare.

Qui a HCM City ho due strutture da proporvi, entrambe in questo distretto e a pochi metri l’una dall’altra: questo perchè, come spiegato nella parte relativa al nostro itinerario, abbiamo trascorso una prima notte in città, poi ci siamo spostati nel Delta del Mekong dove abbiamo passato un’altra notte, per poi rientrare a Ho Chi Minh City per la nostra ultima notte in Vietnam.

Inizialmente il piano era di alloggiare entrambe le due notti a HCM City nella stessa struttura (il Nicecy Boutique Hotel), in modo da lasciare il grosso dei nostri bagagli qui e viaggiare nel Delta del Mekong esclusivamente con gli zaini - mossa astutissima ed incredibilmente comoda, che ti stra-consiglio!

Alla fine abbiamo cambiato struttura solo ed esclusivamente per esigenze della struttura: la stanza che avevamo prenotato, infatti, ha avuto un problema con l’aria condizionata e ci hanno spostato nella loro altra sede a pochi metri di distanza: The Hotel Nicecy. 

Fortunatamente per noi si è trattato di un upgrade: The Hotel Nicecy è un hotel più nuovo e nettamente più curato e pulito, per cui siamo stati piuttosto fortunati! Per saperne di più in merito ai prezzi e alle due strutture, ti rimando alla sezione dedicata nella mia guida per un viaggio in Vietnam - LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse


Come muoversi a Ho Chi Minh City

Ho Chi Minh City, Vietnam
Ho Chi Minh City

La vecchia Saigon è una città enorme e non serve che io ti dica che è anche estremamente trafficata; ciononostante, si gira comunque molto bene, sia a piedi che con il solito Grab. 

Devo confessare che, giunti a questo punto del viaggio, eravamo parecchio stanchi e abbiamo preso qualche corsa extra tramite Grab, rispetto al nostro solito standard. Anche qui, come nel resto del paese, i prezzi sono estremamente bassi per cui è un’opzione molto conveniente: la viabilità è spesso influenzata dal traffico, ma nulla di particolarmente disagevole.

Per saperne di più su Grab e di come utilizzare l’app ma anche sui trasporti in generale allora LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse 

Come al solito, il mezzo migliore per esplorare la città senza perdersi nulla è quello di camminare, ma anche il ciclo, che avevamo già provato ad Hanoi, può essere una buona alternativa. Si tratta di un mezzo di trasporto molto particolare in Vietnam, che consiste in una specie di triciclo con una piccola carrozza per due persone.


Alla scoperta di Ho Chi Minh City, la vecchia Saigon

Ho Chi Minh City è una città energica, ricca di cultura, caotica ed estremamente affascinante: la sua particolarità è proprio quella di offrire un panorama infinito di opzioni, dal cibo all’intrattenimento, grazie alla fusione di antico e moderno. Hotel prestigiosi e moderni ma anche guesthouse economiche, ristoranti di lusso ed internazionali ma anche delizioso street food, enormi centri commerciali di alta moda ma anche caotici mercati.. la vecchia Saigon è decisamente un’esplosione di contrasti tutti da scoprire! Come abbiamo già visto, per visitarla servono ALMENO 2 giorni, per una visita che includa anche i Tunnel di Cu Chi allora meglio inserire anche una terza giornata.

Sebbene sia una citta’ apparentemente molto moderna, HCM City offre anche un bello sguardo sul passato del paese, con splendide pagode e musei, sottolineando il ruolo vitale che la citta’ ha avuto durante le guerre che hanno distrutto il Vietnam tra gli anni '40 e '70. 

Ma ora vediamo nel dettaglio cosa fare e cosa vedere a Ho Chi Minh City!

Tempio indù di Mariamman, Ho Chi Minh City

Tempio indù di Mariamman

Il Tempio di Mariamman è stata la prima cosa che abbiamo visto in città, trovandosi a pochi passi da dove abbiamo alloggiato, nel Distretto 1.

Si tratta dell’unico tempio indù della città ed è dedicato alla dea indù della pioggia: fu fondato verso la fine del XIX secolo da commercianti indiani, per avere un luogo di preghiera ed incontro coi propri connazionali.

Il tempo è davvero spettacolare: coloratissimo e in netto contrasto con i palazzi circostanti, una vera particolarità che salta subito all’occhio!


Basilica di Notre-Dame di Saigon

La Cattedrale di Notre-Dame di Saigon è ritenuta una delle chiese più belle del Vietnam: è stata costruita fra il 1877 ed il 1883, durante il periodo coloniale francese, con la facciata anteriore che presenta due campanili speculari e in stile neoromanico, con un bella piazza-giardino di fronte all’entrata.

Purtroppo al momento è in ristrutturazione e non siamo riusciti né a visitarla né ad apprezzarla bene nemmeno dall’esterno, essendo circondata dalle impalcature, ma la riapertura è prevista entro la fine del 2024!

Ufficio Postale Centrale 

L’Ufficio Postale Centrale di Saigon è un vero e proprio must per chi visita la città: si trova a pochi passi dalla Cattedrale e si tratta di un edificio in stile coloniale francese inaugurato nel 1891 e tuttora in utilizzo per cui puoi tranquillamente entrare a dare un’occhiata gratuitamente.

È diventato col tempo una famosa attrazione turistica, grazie alla sua splendida architettura e ad alcuni particolari molto interessanti, come il ritratto a mosaico di Ho Chi Minh e le mappe geografiche murali della regione e della città.

E’ probabile che tu senta dire che sia stato progettato da Gustave Eiffel – il famoso ingegnere che progettò la Tour Eiffel – ma in realtà è stato ideato dall’architetto francese Alfred Foulhoux. 


Via dei Libri di Ho Chi Minh

La Via dei Libri di HCM City altro non è che la via Nguyen Van Binh, la cui traduzione suona come la “via della pace”: si tratta di una strada centralissima, non distante  dalla Cattedrale e dall’Ufficio Postale. In mezzo ai viali alberati troverai un susseguirsi di librerie su entrambi i lati della strada: una lunga fila di negozi colmi di libri vintage o nuovi, ordinatamente impilati, che si alternano a piccoli cafè dove dedicarsi alla lettura. 

Questa viuzza è particolarmente affascinante, un piccolo angolo di pace in mezzo al caos della vecchia Saigon!


Teatro dell’Opera di Ho Chi Minh City 

Il Teatro dell’Opera di Ho Chi Minh è un bellissimo palazzo in stile coloniale francese inaugurato nel 1900 il cui nome ufficiale è Teatro Municipale.

All’interno del teatro si svolgono spettacoli di vario genere, dall’opera lirica al balletto, ai musical; durante la Guerra del Vietnam era la sede della camera bassa del Vietnam del Sud, per poi riprendere la sua funzione originaria alla fine del conflitto.

Municipio di Ho Chi Minh City e Statua del generale Ho Chi Minh 

Municipio di Ho Chi Minh City

Il Municipio di Ho Chi Minh City è un imponente edificio costruito fra il 1898 ed il 1909, durante il colonialismo francese, ed utilizzato come municipio durante il periodo in cui Saigon era la capitale del Vietnam del Sud. Oggi ospita la sede del Comitato del Popolo di Ho Chi Minh ed è possibile osservarlo solo dall’esterno; è uno dei palazzi di maggior pregio architettonico della città.

Davanti al Municipio, inizia la  Nguyen Hue Walking Street: Ho Chi Minh City non è decisamente una città a prova di pedoni, ma su questa via, che arriva fino al fiume Saigon, puoi goderti una piacevole passeggiata. Lungo la strada noterai vari esempi di architettura coloniale, e magari fermarti a uno dei piccoli bar che vendono il delizioso caffè vietnamita, mentre ammiri l’imponente statua di Ho Chi Minh che saluta la folla, proprio davanti al municipio.


The Cafe Apartments 

The Cafe Apartments, Ho Chi Minh City

The Cafe Apartments è, a mio parere, una delle mete più affascinanti di Ho Chi Minh City - e non lo dico solo perchè è un connubio di incredibili posticini dove mangiare divinamente!

Situato al numero 42 di Nguyen Hue Walking Street, questo iconico complesso di caffè è ospitato in un vecchio condominio splendidamente restaurato, dove il moderno si fonde nell’antico offrendo ai visitatori un'esperienza unica ed accattivante!

L’edificio, costruito originariamente a metà degli anni '60, altro non è che un condominio di nove piani che negli anni ha subito diverse trasformazioni: ad oggi ospita una vivace gamma di caffè indipendenti, laboratori, boutique di moda e spazi di coworking. Inizialmente nacque come spazio abitativo per il personale governativo e militare, inclusi i consiglieri statunitensi negli anni '50 e '60, nonché gli ufficiali della marina nel dopoguerra. Dopo la caduta di Saigon, alcuni appartamenti furono assegnati ai lavoratori dei cantieri navali. E’ stato solo a partire dal 2010 che i proprietari di questi edifici hanno iniziato ad abbracciare il concetto di café-appartamenti, che successivamente è sbocciato in un vero e proprio fenomeno culturale. 

The Cafe Apartments, Ho Chi Minh City

Per entrare nel Café Apartment devi raggiungere l'ingresso a sinistra della libreria guardando l'edificio dalla Walking Street; puoi salire utilizzando le scale oppure utilizzare l'ascensore pagando una piccola tariffa che solitamente viene rimborsato da bar e negozi quando effettui un acquisto.

L’ideale è visitare il Cafe Apartments verso l’ora di pranzo, in modo da unire l’utile al dilettevole e fermarti a mangiare qualcosa! Noi abbiamo provato il piccolo Benaras Indian, assaggiando dei deliziosi piatti indiani godendoci la vista in uno dei terrazzini dell’edificio. Abbiamo assaggiato una porzione di Dal Makhani, una di pane Naan al formaggio e uno strabiliante Paneer Butter Masala spendendo 612.350 VND (circa 23€), incluse le bevande! Ma se non sei in vena di indiano non ti preoccupare, le opzioni sono infinite, sono sicura che troverai qualcosa che ti soddisfi!


Chiesa Tan Dinh, Ho Chi Minh City

Chiesa Tan Dinh 

La Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, nel quartiere di Tan Dinh, ha una caratteristica che la contraddistingue a colpo d’occhio: le sue pareti sono tutte di un rosa intenso.

Si tratta della seconda chiesa più grande della città, dopo la Cattedrale  e risale agli anni 1870-1876, quando venne edificata in stile neoromanico con un campanile di circa 53 metri (costruito in seguito). All’interno ci sono 3 altari in marmo proveniente dall’Italia.

L'ingresso è gratuito ma prima di andarci studiati bene gli orari d'apertura: durante l'orario delle messe non è consentito l'accesso ai turisti:

- Messe feriali: 5:00, 6:15, 17:30, 19:00

- Messe domenicali: 5:00, 6:15, 7:30, 9:00, 16:00, 17:30, 19:00

In più tieni conto che la Chiesa è aperta dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 17.

Palazzo della Riunificazione

Il Palazzo della Riunificazione è uno degli edifici più importanti di HCM City: fu costruito fra il 1962 ed il 1966 in sostituzione di un edificio bombardato dall’aviazione del Vietnam del Sud nel tentativo di eliminare l’allora presidente del Paese, Ngo Dinh Diem.

Ospitava il governo sudvietnamita fino al termine della Guerra nel 1975, quando proprio qui venne decretata la fine del conflitto, con l’arrivo dei carri armati Viet Cong al suo ingresso. 

Il Palazzo della Riunificazione, che deve il proprio nome a questo evento, è rimasto immutato da allora, compresi tutte le stanze ed aree interne, come il bunker di comando o il centro delle telecomunicazioni ed è un simbolo della riunificazione del Vietnam avvenuta ufficialmente l’anno seguente, nel 1976; all’esterno sono tuttora presenti due dei carri armati utilizzati per conquistarlo e per porre fine alle ostilità.


Mercato Bến Thành 

A pochi passi dal nostro alloggio (fortunatamente, dato che ci siamo tornati 3 volte), il Ben Thanh è il mercato più conosciuto della città: con i suoi circa 6000 negozietti, è il posto perfetto per acquistare qualsiasi cosa, dai souvenir a scarpe e vestiti, ma anche cibo e oggetti decorativi. 

E’ senza ombra di dubbio una delle tappe d’obbligo a Ho Chi Minh City: qui troverai davvero di tutto a ottimi prezzi, l’importante è saper contrattare!


Bến Nghe Street Food Market 

Bến Nghe Street Food Market, Ho Chi Minh City

Salva questo posto perchè ti garantisco che mi ringrazierai: per cena, è senza ombra di dubbio uno dei posti migliori dove mangiare a HCM City!

Si tratta di una specie di mercato coperto con una vastissima gamma di stand di street food locale e internazionale di altissima qualità a prezzi eccezionali. Non mi vergogno a dire che 2 sere su 2 sere che abbiamo trascorso in città, abbiamo cenato sempre qui! La bellezza di questo posto è che puoi assaggiare qualcosa da ogni stand e provare tantissimi sapori diversi accompagnati da ottimi drink e fantastica birra vietnamita! Ci sono diversi tavoli sia davanti che dietro e i bagni sono impeccabili!

Bến Nghe Street Food Market, Ho Chi Minh City

La prima sera io ho assaggiato un bao vegetariano (un piccolo panino coreano - 85.000 VND), per Enri un pad thai (95.000 VND),  un pudding al tofu e caramello e del gelato al cocco (50.000 VND), il tutto accompagnato da 2 pinte di particolarissima birra Saigon all’ananas  2 saigon all'ananas (60.000 VND) per un totale di 290.000 VND (circa 11€).

La seconda sera invece, ci siamo dati all’indiano (il pranzo al Cafe Apartments non ci era bastato) e abbiamo ordinato due deliziosi piatti di paneer butter masala, una porzione di samosa vegetariani, due porzioni di pane naan al formaggio (420.000 VND totali, circa 16€) e 2 birre Saigon (50.000 VND, circa 2€).


Saigon Skydeck 

Saigon Skydeck. Ho Chi Minh City

La Bitexco Financial Tower è stata per qualche anno il grattacielo più alto di Ho Chi Minh, superato dal 2018 dal Vincom Landmark 61; è stato completato nel 2010, e con i suoi 68 piani, raggiunge un’altezza di 262 metri.

Al 49° piano, a 178 metri d’altezza, è possibile raggiungere il Saigon Skydeck, decisamente uno dei migliori punti da dove osservare la città dall’alto e da dove ammirare il tramonto. Da quassù, infatti, avrai una vista a 360° sulla città e sul vicino fiume Saigon.

Purtroppo l’accesso al Saigon Skydeck non è gratuito: per salire è necessario il pagamento del biglietto di 240.000 VND a testa (circa 9€), ma ti garantisco che li vale tutti! Se riesci, vacci verso sera, giusto in tempo per ammirare il tramonto sulla città!

Strada Pedonale di Bui Vien

Questa piccola via trafficata, di notte si trasforma in una vivace strada pedonale in cui locali notturni, bar e venditori ambulanti colorano la notte a suon di musica e festa. E’ un luogo caotico, giovanile e volendo anche un po’ trash dove puoi venire fermato da venditori ambulanti di pesce essiccato e ballerine che ti invitano a entrare nei locali usufruendo di sconti convenientissimi su birra e alcolici.

È un luogo molto turistico ma non puoi lasciare Ho Chi Minh City senza averci fatto un salto!


Pagoda dell’Imperatore di Giada

La Pagoda dell'Imperatore di Giada è un piccolo santuario costruito agli inizi del XX secolo da un uomo d’affari cinese che credeva sia nel taoismo che nel buddhismo e nel confucianesimo. Per questo, all’interno del tempio, sono presenti elementi delle tre diverse religioni, nonostante la pagoda sia dedicata ad una delle maggiori divinità taoiste: l’Imperatore di Giada. La pagoda è piuttosto originale, con gli esterni rosa esterni ma anche alcuni oggetti e le statue che adornano le stanze interne.

Se hai intenzione di andare a visitarla, sappi che non è semplicissima da trovare: è infatti nascosta in un vicolo trasversale alla Dien Bien Phu.

Museo dei Residuati Bellici

Il Museo dei Residuati Bellici è il museo più celebre e importante di HCM City: qui infatti, si racconta la recente storia del Vietnam pesantemente segnato da una lunga e sanguinosa guerra in cui scesero direttamente in campo gli Stati Uniti d’America. Visitare questo museo è il miglior modo per conoscere questo conflitto. 

Il museo, infatti, racconta in maniera molto cruda ciò che accadde in quegli anni, tramite oggetti bellici e fotografie; nell’area esterna sono esposti anche alcuni mezzi militari abbandonati, come carri armati, elicotteri, aerei e cannoni. 

Il costo del biglietto è di 40.000 VND a persona (circa 1,5€).

Pagoda di Buu Long

La Pagoda di Buu Long si trova nella periferia est di Ho Chi Minh, sicuramente fuori dalle solite rotte turistiche, ma è un vero gioiellino che merita sicuramente un transfer dedicato per raggiungerla (circa 30 minuti di taxi dal Distretto 1), se hai a disposizione un po’ di tempo extra! Si tratta senza ombra di dubbio di uno dei templi buddhisti esteticamente più belli del Vietnam del Sud: palesemente ispirato all’architettura thailandese non mancano però alcuni elementi vietnamiti.

La pagoda si trova su una piccola collina a ridosso del fiume Dong Nai, all’interno di una tranquilla area verde, che contribuisce all’atmosfera spirituale del luogo.

Pagoda di Buu Long, Saigon

Il Distretto 5: Cholon

Cholon, Ho Chi Minh City

Il Distretto 5 di Ho Chi Minh City consiste nella Chinatown della città, conosciuta dai locali come Cholon, che significa “grande mercato”; si tratta del quartiere più rappresentativo delle suddivisioni regionali del Vietnam. Cholon una volta era una città cinese separata da Saigon, poi assorbita nella grande metropoli; oggi ospita varie congregazioni: i cantonesi, ad esempio, sono i principali commercianti al dettaglio, gli hainanesi gestiscono i ristoranti, gli hakka sono tintori e commercianti di pelli, i fukianesi sono commercianti di riso. Queste “corporazioni” oggi prevedono nuove specializzazioni che costituiscono una delle chiavi di lettura nella visita di Cholon, che offre varie attrattive:

- Mercato Binh Tay: si tratta di un immenso mercato che si sviluppa su due piani in un’area di circa 25.000 m², e che ospita oltre duemila piccoli negozietti e stand di street food. E’ uno dei posti più adatti per assaggiare la cucina cinese-vietnamita, oltre che per osservare lo stile di vita della popolazione locale;

- Via della Medicina Orientale: si tratta di una vivace strada di negozi che vendono erbe medicinali nata circa un centinaio di anni fa, quando i mercanti cinesi trasportavano erbe medicinali per commerciare. Questa via è considerata il mercato all'ingrosso della medicina orientale del Vietnam del Sud;

- Pagoda di Thien Hau: la Pagoda della Signora Celeste o Sala riunioni di Tue Thanh fu costruita a Cholon nel 1760 dalla comunità cinese cantonese e, nonostante i suoi 260 anni e i numerosi restauri, conserva ancora oggetti antichi e dipinti in rilievo dei 4 animali sacri cinesi.


Escursioni da Ho Chi Minh City

Delta del Mekong, Vietnam
Delta del Mekong

Ho Chi Minh City può essere una buona base per visitare alcune zone del Vietnam del Sud come il Delta del Mekong ma anche i vicini Tunnel di Cu Chi.

Delta del Mekong

Per quel che riguarda la zona del Delta del Mekong, uno dei fiumi più lunghi ed importanti del sud-est asiatico, non mi dilungo in quanto scriverò un post dedicato in merito, per cui avrai presto tutte le informazioni necessarie per visitare questa parte della zona sud del Vietnam.

Tunnel di Cu Chi

I Tunnel di Cu Chi sono un altro pezzo di storia della Guerra del Vietnam che però noi abbiamo saltato per mancanza di tempo: di fatti, i tunnel si trovano a una cinquantina di chilometri a nord-ovest di Ho Chi Minh, in due diversi villaggi, Ben Dinh e Ben Duoc. Per raggiungerli in auto ci vogliono circa 2 ore.

Sui tratta di una fitta ed intricata rete di gallerie sotterranee scavate dal Viet Minh, l’organizzazione politica e militare nata come movimento di resistenza al colonialismo francese; vennero in seguito ulteriormente sviluppate ed utilizzate dai Viet Cong, che combattevano nel sud del Vietnam contro il regime filo-statunitense.

Due piccole sezioni di questi tunnel, che in realtà si estendevano per oltre 250 km, sono state aperte al pubblico e rese più accessibili, ciononostante rendono ancora bene l’idea di quanto erano anguste e claustrofobiche. 

L’ingresso costa:

  • 110.000 VND per i Tunnel di Ben Dinh (sono i più turistici)

  • 90.000 VND per i Tunnel di Ben Duoc

Tunnel di Cu Chi, Ho Chi Minh City

Bene, direi che a questo punto ti ho dato tutte le informazioni secondo me necessarie per poter esplorare al meglio Ho Chi Minh City, l’antica Saigon. Nel prossimo articolo scopriremo l’ultima tappa del nostro viaggio in Vietnam: il Delta del Mekong, raggiungibile proprio da HCM City. Nel frattempo dai anche un’occhiata all’intero itinerario del nostro viaggio in Vietnam per capire come e dove inserire la tua tappa a Ninh Binh LEGGI ANCHE: Itinerario di 2 settimane in Vietnam da Nord a Sud del paese, più l’alternativa da 3 settimane

Per approfondire le altre mete del nostro viaggio in Vietnam ti rimando ai singoli articoli:

- Ninh Binh :  Cosa vedere a Ninh Binh

Se invece non sei ancora convinto che il Vietnam sia la meta perfetta per il tuo prossimo viaggio, allora lascia che ti dia almeno 10 motivi per cui il Vietnam è sicuramente la scelta giusta! LEGGI ANCHE: 10 motivi per andare in Vietnam e vivere un viaggio memorabile

Se invece sei già convinto, dai un’occhiata alla mia -non tanto mini- guida su come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam e LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse

Se sei interessato alla cucina vietnamita, a cosa assaggerai durante il tuo viaggio e quali piatti tipici non puoi assolutamente perdere, allora LEGGI ANCHE: Cosa mangiare in Vietnam - i piatti tipici più deliziosi e i posti migliori dove assaggiarli

Per qualsiasi informazione o dubbio scrivimi una mail o nei commenti qui sotto e non dimenticarti di lasciare un like e un commento se il post ti è piaciuto o ti è stato utile!


 

Vuoi partire per il Vietnam ma non sai da che parte iniziare? Allora lascia che ti presenti la mia mappa digitale del paese da nord a sud! Grazie a questa mappa potrai avere una base su cui costruire il tuo intero viaggio.

Si tratta di una mappa privata su Google Maps su cui troverai:

  • più di 50 luoghi da visitare divisi per città e zona

  • esperienze e attività personalizzate in base alla mia esperienza

  • dove pernottare 

  • dove mangiare 

Per ricevere la mappa GRATUITAMENTE puoi scegliere una di queste due modalità:

 seguimi su Instagram e richiedi la mappa direttamente tramite DM 

☞ iscriviti alla mailing list e richiedi la mappa qui sotto nei commenti o inviandomi una mail a: lethergo.it@gmail.com


 

có một chuyến đi tốt - buon viaggio in Vietnamita

Post correlati

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page