top of page
  • Immagine del redattoreVanessa Valenti

Sapa e l’estremo nord del Vietnam: come organizzare un trekking a Sapa, tra risaie e villaggi locali

Nell’estremo nord del Vietnam, vicino al confine con la Cina, si trova Sapa, una delle destinazioni più popolari nel nord del paese.

Coltivazione di riso a Sapa, Vietnam

Sapa, nota anche come Sa Pa, e i suoi dintorni sono particolarmente famosi per i meravigliosi percorsi escursionistici amati da trekkers di tutto il mondo, oltre che per essere popolata da minoranze etniche come i Hmong e i Xa Pho.

Sapa è una piccola cittadina (che conta circa 40 mila abitanti) situata ad un’altitudine di 1650 metri ed incastonata fra monti dell’Hoang Lien o “Alpi del Tonchino“. Grazie alla sua posizione geografica gode di un’aria fresca che spopolò tra i coloni francesi nel XX secolo, che resero questa zona celebre per il turismo, creando un’immagine in stile “montagna incantata”.

Questa intera zona è incredibilmente bella, una valle dove le montagne sono state trasformate in una distesa di terrazzamenti di risaie, fiumiciattoli e bufali d’acqua.

Sapa e i suoi dintorni costituiscono senza dubbio una destinazione imperdibile nel nord del Vietnam e una perfetta escursione di 1 o più giorni dalla capitale Hanoi.

Per raggiungere questa zona da Hanoi ci vogliono circa 7-8 ore di autobus o treno, per questo motivo solitamente ci si trascorre almeno 1 notte.

Noi abbiamo cercato di tagliare un po’ e risparmiare sui tempi facendo una bella sfacchinata in giornata sfruttando i night bus che ci hanno permesso di viaggiare di notte. Pur non avendole dedicato molto tempo, Sapa ci è piaciuta enormemente e sono felice di essere riuscita a vederla, anche se per poco.

Quando si organizza un viaggio i tempi sono spesso stretti e puntualmente ci si ritrova a incastrare al meglio più tappe possibili. Il mio consiglio è quello di dedicare a Sapa minimo una notte, il nord del Vietnam è davvero bello e merita diversi giorni di esplorazione.

Ora vediamo insieme tutto ciò che devi sapere per organizzare al meglio la tua visita a Sapa e ai suoi dintorni!

Sapa, Vietnam

Sapa e il nord all’interno di un itinerario di 2 settimane in Vietnam

Se hai già letto gli altri articoli inerenti al nostro viaggio in Vietnam saprai che la parte più difficile dell’organizzazione fai da te di questa meta è principalmente l’itinerario: ci sono tante, davvero troppe cose meravigliose da scoprire ed esplorare, e l’estremo nord è una di queste.

Noi abbiamo cambiato e ricambiato l’itinerario un sacco di volte, anche per l’organizzazione di questa parte a nord del paese: fortunatamente organizzare un viaggio in Vietnam e cambiare programma all’ultimo è semplicissimo.

In generale, nel nord del Vietnam ci sono parecchie zone interessanti: la capitale Hanoi, la Baia di Halong, le campagne di Ninh Binh e l’estremo nord al confine con la Cina, nei dintorni di Sapa.

Come al solito, volevamo fare tutto e non ci sentivamo di rinunciare a nulla, per cui siamo dovuti scendere a compromessi pur di includere una visita a Sapa: l’abbiamo raggiunta in sleeping bus viaggiando di notte (tra poco approfondiremo l’argomento spostamenti) ed esplorando la zona in autonomia con un bel trekking, per poi rientrare ad Hanoi nel tardo pomeriggio con un bus.

E’ stata una sfacchinata incredibile? Sì. Lo rifarei? Assolutamente sì.

Sapa e il nord del Vietnam

Per quel che volevo fare e vedere, questo era l’unico modo per poter fare una tappa a Sapa, altrimenti avremmo dovuto saltarla e per me non era ammissibile. Contentissima di questa scelta, per quanto un po’ faticosa; ne è valsa totalmente la pena.

Questo per dirti: Sapa è immancabile nel tuo itinerario di viaggio, per cui, in un modo o nell’altro, trova il modo di includerla e mi ringrazierai, credimi.

Per ottimizzare i tempi e gli spostamenti, abbiamo raggiunto Sapa direttamente da Ninh Binh, ma questo è un discorso che approfondiremo tra qualche paragrafo.

Quel che ti serve sapere è: Sapa è un grande sì, l’ideale è restare almeno una notte e due giorni, ma se ti trovi alle strette è fattibile anche come abbiamo fatto noi.

Ad ogni modo ti consiglio di dare un’occhiata all’articolo interamente dedicato al nostro itinerario di 2 settimane e all’alternativa da 3 LEGGI ANCHE: Itinerario di 2 settimane in Vietnam da Nord a Sud del paese, più l’alternativa da 3 settimane


Dove alloggiare: Sapa e dintorni

Dove alloggiare a Sapa, Vietnam

Sapa intesa come città non ha molto da offrire ma alloggiarci può risultare un’opzione comoda come base per escursioni in giornata nei dintorni anche se, per quel che ho potuto vedere, io ti consiglio di soggiornare in una homestay nella nella Valle di Muong Hoa.

Sicuramente è più interessante alloggiare in locande a gestione familiare ti permetteranno di risparmiare e di immergerti a pieno nella cultura e nella vita rurale di questo angolo di Vietnam.

Dovessi tornare indietro e trascorrere una notte in questa zona, arrivarei a Sapa e senza pernottare partirei per un trekking di due giorni, fermandomi a dormire in una delle homestay sul tragitto: ce ne sono tantissime e ti garantisco che l’esperienza sarà molto più autentica e interessante.

Puoi scegliere se prenotare in anticipo o decidere sul momento in base alla lunghezza del tuo trekking o all’escursione guidata che hai intenzione di prenotare.

Come raggiungere Sapa

Sapa si trova a circa 320 km da Hanoi, ed è da qui che quasi tutti partono per raggiungerla - tutti tranne noi, e tra poco te ne parlo.

Ma prima vediamo le opzioni che hai a disposizione partendo dalla capitale Hanoi:

  • puoi raggiungere Sapa in treno fino a Lao Chai e poi fare l’ultima tratta di 60 km (1 ora abbondante) in minivan o bus per arrivare al centro di Sapa (tempo totale circa 8/9 ore);

Per quel che riguarda il treno, ci sono diverse compagnie ferroviarie che coprono la tratta, ma la più famosa e scenica è sicuramente il Chapa Express Train.

Prenotando un biglietto Hanoi-Lao Cai puoi scegliere fra 4 tipi di cabine, tutte con 4 cuccette ciascuna: se volete essere certi di non condividere la cabina con estranei l’unica soluzione (non proprio economica) è quella di acquistare tutti i quattro posti. Le differenze tra una cabina e l’altra sono i servizi inclusi come la colazione e gadget come pantofole o bibite. Il prezzo parte da 38 $ a persona. Il treno parte alle 22.00 dalla stazione Tran Quy Cap di Hanoi e arriva alla stazione di Lao Cai alle ore 6.00 circa.

  • puoi prendere un autobus diretto per Sapa con un viaggio di circa 6 ore.

Per saperne di più sui trasporti in Vietnam LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse

Queste sono le classiche opzioni per raggiungere Sapa ma, se hai dato un’occhiata al nostro itinerario, saprai che noi non ci siamo arrivati da Hanoi ma da Ninh Binh. L’idea originaria era di rientrare ad Hanoi da qui, e poi dalla capitale prendere il Chapa Express Train (tragitto di 8 ore) per Sapa ma poi mi sono accorta che da Ninh Binh partivano degli sleeping bus diretti per Sapa che costano meno e impiegano 8 ore. In questo modo risparmiavamo una tratta (Ninh Binh-Hanoi) e quindi tempo e denaro. Questa è stata la motivazione che ci ha portati a fare questa scelta.

Come raggiungere Sapa, Vietnam

Abbiamo prenotato lo sleeping bus tramite il nostro alloggio a Trang An (Ninh Binh) ma puoi tranquillamente prenotare la tua trasferta sul sito 12go asia: un motore di ricerca di trasporti per trovare le migliori opzioni e prenotarle direttamente.

Per lo sleeping bus Ninh Binh - Sapa abbiamo speso 700.000 VDN (circa 26,5€) a testa per un VIP CABIN SLEEPER, uno sleeping bus con cuccette private.

Per il rientro invece abbiamo scelto un bus che abbiamo prenotato sul momento direttamente alla stazione degli autobus di Sapa, ma puoi anche prenderli sul sito 12go asia. Noi abbiamo speso 10,5 € a testa per una corsa diretta Sapa - Hanoi.

Avendo finito il nostro trekking nel primo pomeriggio, rientrare in bus è stata un’ottima scelta, sicuramente più veloce ed economica rispetto al treno.

Ti lascio un’ultima info che per noi è stata utilissima: se arrivi a Sapa con gli zaini/valigie contenenti tutte le tue cose dell’intero viaggio, puoi pensare di lasciarle in un deposito e goderti il tuo trekking o la tua escursione più leggero e serenamente.

Noi abbiamo scelto i WhaleLO Luggage Storage: ci sono varie sedi in tutto il Vietnam: ti basta scegliere quella che ti è comoda, prenotando 5 giorni prima. Noi abbiamo depositato 2 duffel immensi spendendo 10$ totali per l’intera giornata. Abbiamo fatto la stessa cosa anche a Da Nang, con questa stessa azienda, e ci siamo trovati benissimo entrambe le volte.


Quando visitare Sapa e il nord del Vietnam

Le risaie di Sapa, Vietnam

Di clima Vietnamita abbiamo già parlato nell’articolo su come organizzare un viaggio in questo paese, ma Sapa è un po’ un caso a sé: c’è un clima subtropicale durante l’estate e temperato in inverno con temperature medie intorno ai 20°C.

  • Inverno: da Dicembre a Febbraio le temperature scendono molto, anche fino 0°C con possibili nevicate; piove poco ma è quasi sempre nuvoloso;

  • Primavera: da Marzo a Maggio le temperature sono più miti e la visibilità migliora, difatti è un buon periodo per fare trekking e ammirare le terrazze di riso piene di acqua.

  • Estate: da Giugno ad Agosto le risaie si colorano di verde grazie alle piogge frequenti e insistenti, che portano il tasso di umidità intorno al 90%. In questo periodo le piogge rendono il terreno fangoso e spesso difficoltoso.

  • Autunno: da Settembre a Novembre le risaie si colorano di giallo e il riso viene raccolto; in questo periodo le temperature sono più fresche e le piogge meno frequenti.

Possiamo quindi dire che Sapa è visitabile tutto l’anno, ma i periodi migliori per godersi a pieno i paesaggi della zona e fare un bel trekking sono:

  • Maggio, nel periodo attorno alla semina;

  • tra Settembre e Ottobre, quando, giunte a piena maturazione, le risaie diventano color oro.

Per valutare il periodo migliore per il tuo viaggio in Vietnam allora LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse


Come muoversi a Sapa

Questo punto lo affrontiamo molto brevemente: ti basti sapere che Grab e la sua app qui a Sapa non funzionano, o meglio.. non ci sono driver che aderiscono al servizio. Se hai bisogno di un taxi devi fermarlo per strada alla vecchia maniera.

La città di Sapa è piccolina e si gira bene a piedi, ma se come noi vuoi fare un trekking nei dintorni allora può esserti utile sfruttare un passaggio fino al punto di partenza del percorso.

Noi dal centro di Sapa al punto di inizio del nostro trekking abbiamo speso 100.000 VND in totale, circa 3,5€.


Sapa

Sapa (Sa Pa), come abbiamo già accennato, è una delle località montuose più note e visitate del Vietnam. Si trova in provincia di Lao Cai, nel nord del paese, in prossimità del confine cinese ed è famosa per la sua popolazione culturalmente diversificata e per i paesaggi mozzafiato. Sapa infatti ospita i membri di molte minoranze etniche, tra cui gli Hmong, i Dao, i Muong e i Tay e si affaccia sulla Valle di Muong Hoa e sulle sue risaie terrazzate, uno spettacolo da vedere almeno una volta nella vita. Il paesaggio è un dipinto verde smeraldo costellato da terrazzate di riso e tè, cime delle montagne avvolte dalle nuvole e piccoli villaggi abitati dai Black H’mong.

Minoranze etniche nel nord del Vietnam

La tribù dei Black H’mong è la minoranza etnica più popolosa a Sapa, un gruppo che vive nelle regioni montane della Cina del sud e del sud-est asiatico tra Laos, Thailandia, Myanmar e appunto Vietnam. Vestono casacche colorate e dai motivi geometrici, coltivano il riso, pascolano i bufali, camminano per chilometri.

Sapa e i suoi dintorni sono inclusi nel Parco nazionale Hoang Lien, uno dei centri di biodiversità più importanti dell’intera Indocina. Il territorio è infatti caratterizzato da altopiani con risaie, vallate, scenografiche foreste di bamboo, fiumi, cascate e ponti sospesi: un vero e proprio paradiso per chi ama la natura e il trekking.

Tutto questo in realtà si trova nei dintorni di Sapa, che in sé non offre molto a parte l'eccellente posizione che la rende punto di partenza ideale per la scoperta della regione, con escursioni di uno o più giorni.

Onestamente la cittadina non è nulla di che: molto turistica, caotica e confusa dove alberghi e ristoranti fanno da padrone con le loro insegne appariscenti.

Una delle cose che potrebbe valere la pena visitare a Sapa è il mercato di Sapa – Sapa Market – che si svolge la Domenica da mattina a tardo pomeriggio. Situato a soli 350 metri dal lago cittadino (Hồ Sa Pa), nel mercato di Sapa troverai le etnie Hmong e Dao (pronuncia “Zao”), che settimanalmente si riuniscono al mercato per vendere prodotti come frutta e verdura, ma anche tessuti realizzati a mano, erbe medicinali e bigiotteria.

Se ti trovi a Sapa allora ti consgilio vivamente di provare le castagne di questa zona, un prodotto locale tipico utilizzato in molte preparazioni.. fra queste, assaggia il Hat Ve, una tortina di castagne che troverai in vendita ad ogni angolo della strada: molto particolare ma deliziosa!

Come già detto, alloggiare a Sapa è comodo ma è certamente preferibile soggiornare nella Valle di Muong Hoa.

La Valle di Muong Hoa e i villaggi a sud di Sapa

Valle di Muong Hoa, Vietnam

La Valle di Muong Hoa è una delle aree più belle nei dintorni di Sapa: è qui che si trovano alcuni dei villaggi più visitati nella regione ed è stata la parte che noi abbiamo scelto di esplorare.

Situata a circa 8 km dalla città di Sapa, la Valle di Muong Hoa è circondata dalle montagne della catena Hoang Lien Son; con i suoi paesaggi incontaminati e la sua aria fresca, la valle è la residenza delle tante minoranze etniche di cui abbiamo già parlato.

Tra i villaggi più noti nella valle ci sono Y Linh Ho, Lao Chai - dei Hmong neri, Ta Van - dei Giay, Giang Ta Chai, Ban Ho dei Dzao Rossi…

In alcuni villaggi, soprattutto quelli più vicini a Sapa come Lao Chai e Ta Van, è evidente come il turismo si stia espandendo ma restano comunque molto carini da visitare e le iconiche risaie a terrazze restano imperterrite.

Più ti spingerai verso sud-est, nel profondo della valle, e più i villaggi che incontrerai saranno più autentici.


Come organizzare un trekking a Sapa

Trekking nella valle di Sapa

Il trekking è la ragione principale che spinge i viaggiatori a visitare Sapa: grazie ai suoi paesaggi montuosi, alle risaie e ai villaggi, questa zona rappresenta infatti una meta escursionistica amata da turisti di tutti il mondo.

Si tratta di un’occasione di avvicinarsi alla popolazione locale e al tempo stesso di ammirare lo spettacolo naturale che contraddistingue questa zona del Vietnam.

Dal centro di Sapa partono escursioni con guide specializzate e spesso di etnia Hmong oppure puoi decidere di organizzare il tuo trekking in autonomia seguendo percorsi incredibili tra villaggi, terrazze di riso, fiumi e cascate.

Il trekking e la sua durata saranno una tua scelta basata sui giorni che deciderai di dedicare a questa zona dell’estremo nord del Vietnam.

Valle di  Muong Hoa, Vietnam

Come già accennato, noi avevamo un solo giorno a disposizione per cui abbiamo deciso di organizzarci in autonomia e scegliere un percorso di circa 16-17 km nella Valle di Muong Hoa, ma se riesci ti suggerisco di valutare un itinerario di almeno 2 giorni: è la durata perfetta per poter visitare questo territorio senza fretta e avere anche modo di conoscere usi e costumi locali.

Se preferisci affidarti ad un’agenzia, allora sappi che a Sapa ce ne sono tantissime, ma in linea generale di consiglio di sceglierne una gestita dalle minoranze etniche del luogo in modo da sostenere l’economia e il turismo locale.

Dopo tante ricerche, quella che mi ispirava di più era Sapa O’ Chau: si tratta di un’agenzia locale con sede principale a Sapa ma anche un ufficio ad Hanoi. Lo staff è costituito dalla popolazione locale che promuove un turismo eco sostenibile supportando le minoranze etniche. Scegliendo questa agenzia vivrai un’esperienza autentica, grazie alle guide locali, ma contribuirai concretamente al sostentamento e allo sviluppo della realtà del posto.

Puoi scegliere fra vari tour e trekking della durata di uno o più giorni in base al tempo a disposizione e ai tuoi interessi, ma soprattutto puoi decidere se fare un tour privato o condiviso.

Percorso nella Valle di Muong Hoa

Trekking a Sapa, Vietnam

Se invece, come noi, hai voglia di organizzarti in autonomia e gestirti in piena libertà, sappi che su Wikiloc ci sono vari percorsi da poter seguire senza guida.

Se non è la prima volta che capiti su questo blog, avrai sicuramente già sentito parlare di questa app che personalmente io amo e che reputo indispensabile per i miei trekking, sia in in Italia che all’estero.

Grazie a Wikiloc infatti, puoi scegliere la traccia che più preferisci in base alla durata, la lunghezza, la difficoltà e le tappe e poi scaricare il percorso in modalità offline in modo da poterlo seguire grazie al GPS anche senza connessione internet.

Purtroppo ho avuto dei problemi durante la registrazione del nostro percorso ma ti condivido la traccia che abbiamo scelto e seguito noi e mi sento di consigliartela caldamente.

Wikiloc - Anello di 17 km nella Valle di Muong Hoa attraverso i villaggi Ba Y Linh Ho, Lao Chai, Ta Van e Cau May


Trekking a Sapa, Vietnam

Si tratta di un percorso piuttosto semplice e abbastanza pianeggiante: può diventare difficoltoso in caso di pioggia in quanto il terreno si trasforma in una grande palude fangosa tra le risaie.

Il percorso inizia a Ba Y Linh Ho che puoi raggiungere direttamente a piedi oppure con una breve corsa in taxi (circa 3,5€).

Il trekking si apre subito con una vista spettacolare sulle montagne scolpite dalle terrazze di riso, dove sicuramente riuscirai a vedere i bufali d’acqua pascolare.

Il bufalo d’acqua è il simbolo tradizionale del Vietnam, rappresenta il coraggio, la prosperità e la felicità. Questi animali hanno svolto un ruolo molto importante nell’agricoltura vietnamita.. costituivano il bene più prezioso dei contadini e spesso vengono ancora usati nella coltivazione del riso.

Il primo villaggio che si incontra è quello di Lao Chai e poi con una piccola deviazione (ben segnalata sulla mappa) si arriva direttamente sulle terrazze di riso, in direzione di Ta Van.

Sul percorso a un certo punto si attraversa un incredibile foresta di bamboo e poi si arriva a delle spettacolari cascate in cui è anche possibile fare il bagno godendo di una vista mozzafiato sulla valle.

Raggiunto poi Cau May, che tra l'altro è in salita, il percorso escursionistico vero e proprio finisce e si rientra al punto di partenza sulla TL152, una strada asfaltata un po’ anonima ma da non sottovalutare: sulla sinistra infatti avrai sempre una vista incredibile sulla valle.

Volendo una parte di questo ultimo pezzo puoi anche farlo in taxi: ce ne sono parecchi che percorrono questa strada!

In totale sono 17 km che noi abbiamo percorso in circa 6 ore, per cui in giornata si fa benissimo!


Attrezzatura per un trekking a Sapa

Non sottovalutate il trekking a Sapa: per quanto si tratti di percorsi fra il facile e il moderato (a meno che tu non decida di scalare il monte Fran Si Pan, la cima più alta del Vietnam e di tutta l’Indocina - 3143m), serve comunque un buon equipaggiamento, prevalentemente a causa del clima e del terreno.

Qui ti elenco ciò che per me è stato essenziale:

  • uno zaino comodo, con cinghie che si allacciano in vita e al petto, meglio se con schienale traspirante: io con il North Face Borealis Classic (29 litri) mi trovo sempre benissimo, è perfetto sia per il trekking che per viaggiare, andare in spiaggia o passeggiare in città;

  • le scarpe da trekking con un buon grip sono state fondamentali sul terreno fangoso e scivoloso: io utilizzo le Salomon X Ultra, comodissime, senza lacci e con un grip pazzesco, ma soprattutto leggere da mettere in valigia. Abbiamo visto gente con scarpe da ginnastica completamente rovinate dal fango e perennemente con il culo per terra perchè non aveva aderenza: credimi, vale la pena portare le scarpe da trekking anche solo per usarle esclusivamente in questa occasione;

  • burrocacao con SPF (per me il migliore in circolazione è lo Stick Connettivina Sun) e anche una crema solare per il viso e le spalle: non sottovalutare il cielo spesso coperto perchè ti garantisco che picchia comunque tantissimo e a fine giornata sarai ustionato;

  • occhiali da sole sportivi polarizzati: occhiali da sole polarizzati Queshark non me ne separo più! Resistentissimi e bellissimi, ci sono in tantissime varianti di colore, per non parlare dell'eccellente rapporto qualità-prezzo;

  • infine l’abbigliamento impermeabile è fondamentale: pantaloni da trekking e giacca a vento sono indispensabili, poi in base al periodo in cui vai potrebbe essere necessario anche una maglietta termica o una felpa. Noi abbiamo beccato una giornata stupenda in cui c’è spesso stato il sole e a parte una felpina non abbiamo avuto necessità di indossare altro!

Le montagne di Sapa, Vietnam

Bene, direi che a questo punto hai tutte le informazioni necessarie per organizzare al meglio il tuo trekking a Sapa tra risaie e villaggi locali: sarà un’esperienza incredibile, che varrà la pena sia del tempo che impiegherai a raggiungere la zona, sia quello per organizzare questa parte di viaggio.

Dai un’occhiata all’intero itinerario del nostro viaggio in Vietnam per capire come strutturarlo e dove/come inserire al meglio la tua tappa a Sapa LEGGI ANCHE: Itinerario di 2 settimane in Vietnam da Nord a Sud del paese, più l’alternativa da 3 settimane

Per approfondire ogni singola destinazione invece, ti rimando ai singoli articoli:

- Vietnam del Nord : Hanoi - Cosa vedere ad Hanoi

- Vietnam del Nord : Ha Long - Crociera nella Baia di Halong

- Vietnam del Nord : Ninh Binh - Cosa vedere a Ninh Binh

- Vietnam Centrale : Hue - Hue, l'antica città imperiale

- Vietnam Centrale : Da Nang e le Isole Cham - Al mare in Vietnam: Da Nang e le Isole Cham

- Vietnam Centrale : Hoi An - Cosa fare a Hoi An, la città delle lanterne

- Vietnam del Sud : Ho Chi Minh City - Alla scoperta di Ho Chi Minh City, la vecchia Saigon

- Vietnam del Sud : Delta del Mekong - Alla scoperta del Delta del Mekong

Se invece non sei ancora convinto che il Vietnam sia la meta perfetta per il tuo prossimo viaggio, allora lascia che ti dia almeno 10 motivi per cui il Vietnam è sicuramente la scelta giusta! LEGGI ANCHE: 10 motivi per andare in Vietnam e vivere un viaggio memorabile

Se invece ti ho già convinto, dai un’occhiata alla mia -non tanto mini- guida su come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam e LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio fai da te in Vietnam in sole 10 mosse,

Se sei interessato alla. cucina vietnamita, a cosa assaggerai durante il tuo viaggio e quali piatti tipici non puoi assolutamente perdere, allora LEGGI ANCHE: Cosa mangiare in Vietnam - i piatti tipici più deliziosi e i posti migliori dove assaggiarli

Nel frattempo però sono disponibile per qualsiasi informazione e chiarire qualsiasi dubbio. Scrivimi una mail o nei commenti qui sotto e non dimenticarti di lasciare un like e un commento se il post ti è piaciuto o ti è stato utile!


 

Vuoi partire per il Vietnam ma non sai da che parte iniziare? Allora lascia che ti presenti la mia mappa digitale del paese da nord a sud! Grazie a questa mappa potrai avere una base su cui costruire il tuo intero viaggio.

Si tratta di una mappa privata su Google Maps su cui troverai:

  • più di 50 luoghi da visitare divisi per città e zona

  • attrazioni e attività personalizzate in base alla mia esperienza

  • dove pernottare 

  • dove mangiare 

Per ricevere la mappa GRATUITAMENTE puoi scegliere una di queste due modalità:

 seguimi su Instagram e richiedi la mappa direttamente tramite DM 

☞ iscriviti alla mailing list e richiedi la mappa qui sotto nei commenti o inviandomi una mail a: lethergo.it@gmail.com

 

có một chuyến đi tốt - buon viaggio in Vietnamita

Post correlati

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page