• Vanessa Valenti

Bali - Canggu e Seminyak: la parte più turistica di Bali

Aggiornamento: 25 ago

La zona della costa ovest di Bali è costituita da una striscia ininterrotta di spiagge che ospitano i 3 centri maggiormente turistici dell’isola: Kuta, Seminyak e Canggu. Qui troverete tantissimi hotel e guest-house, negozi di brand occidentali come Vans, Billabong, Ripcurl e tanti altri, oltre che ristoranti alla moda, discoteche e tanti luoghi di divertimento, fra cui dei famosissimi beach club.

In questa zona il mare non è particolarmente bello: spiagge scure e mare sempre mosso, ma che si presta perfettamente al surf. Questa zona è infatti quella preferita da surfisti provenienti da tutto il mondo, insieme alla zona di Uluwatu: qui troverete infinite scuole di surf, essendo le onde ideali per imparare.

Personalmente considero questa zona troppo turistica e occidentale (oltre che cara), sicuramente non rappresentativa di Bali: è la zona preferita dai surfisti e dagli expat.

Dopo lunghe ricerche abbiamo deciso di fermarci in questa parte il minimo indispensabile e di sfruttarla principalmente per la sua vicinanza all’aeroporto di Bali, a Denpasar. Soprattutto se atterrate tardi, fermarvi in questa zona vi eviterà lunghe code in taxi per raggiungere la vostra destinazione principale.

Per questo motivo noi ci siamo fermati solo due notti: la prima, quella del giorno dell’arrivo (noi siamo atterrati alle 20:30 per cui ci è risultata una scelta molto comoda) e quella successiva, in modo da esplorare velocemente la zona senza perderci troppo tempo. Onestamente, penso che questa sia la scelta migliore: una giornata è più che sufficiente, ma non mi sento neanche di dirvi di saltarla a piedi pari. Alla fine ci sono alcune cose interessanti, fra cui dei bei mercatini locali, il Tempio di Tanah Lot e qualche locale molto carino. Per avere un’idea completa del nostro itinerario di 2 settimane fra Bali, le Gili e Lombok cliccate qui.

Dovendo scegliere fra le tre città, che comunque sono uno il prosieguo dell’altro (non c’è un vero distacco fra i tre centri), vi consiglio sicuramente Seminyak o eventualmente Canggu, di certo non Kuta. Seminyak e Kuta sono leggermente meno affollate e meno turistiche rispetto a Kuta, noi le abbiamo apprezzate, anche perchè ci hanno consentito di goderci una giornata abbastanza lenta e poco impegnativa, in modo da recuperare il jet leg e la fatica del viaggio.


Per l’alloggio in questa zona, come già anticipato, abbiamo scelto Seminyak: nello specifico abbiamo soggiornato due notti al DISINI Luxury Spa Villas - per saperne di più vi rimando alla mia guida per organizzare un viaggio fai da te.


Vi segnalo che, a dispetto di quel che uno possa aspettarsi da una zona così turistica, il cambio Euro - IDR è il più conveniente che abbiamo trovato in tutta l’isola. Su tutta questa zona, Kuta-Seminyak-Canggu, troverete tantissimi uffici di cambio senza tassi d’interesse, con ottimi scambi: se dovessi tornare indietro cambierei qui tutti i soldi che avevo portato. Per saperne di più riguardo alla valuta locale e a come gestire il denaro nella vostra vacanza vi rimando alla mia guida per organizzare un viaggio fai da te a Bali.


Vediamo ora l’itinerario che abbiamo previsto per questa zona:

Come potete vedere nella mappa qui sotto, a questa parte di Bali abbiamo dedicato una sola giornata (①), il primo giorno effettivo trascorso sull’isola.

Per avere un’idea completa del nostro itinerario di 2 settimane fra Bali, le Gili e Lombok cliccate qui.


Prima cosa da fare a inizio giornata è recuperare uno scooter da noleggiare: a pochi metri da dove alloggiavamo ne abbiamo trovati diversi, abbiamo concluso solo al terzo perchè i primi due ci avevano proposto scooter di cilindrata maggiore rispetto a quello che la nostra patente ci consentiva. Non vi allarmate, ci è capitato solo qui, nel resto dell’isola ci hanno sempre proposto subito scooter di max 125cc. Per maggiori informazioni rispetto al noleggio degli scooter e su come muovervi a Bali cliccate qui.

Qui a Seminyak è dove abbiamo speso di più per una giornata di noleggio: 100.000 IDR (poco più di 6€) per una giornata, esclusa la benzina. Questa è sì la zona più cara ma bisogna anche ammettere che era il primo giorno, non sapevamo ancora bene come funzionassero le cose sull’isola e dovevamo prenderci un po’ la mano: mi raccomando, contrattate sempre!

Una volta in sella, ci siamo diretti subito verso il Tempio di Tanah Lot, poco più a nord sulla costa rispetto a Canggu: da Seminyak ci abbiamo messo circa 40 minuti, per fare poco più di 20km.

Importantissimo: DATEVI LA PROTEZIONE SOLARE prima di uscire di casa ogni mattina o in motorino vi scotterete senza accorgervene.. parola di una che la prima sera si è trovata sulle spalle i segni sia della canottiera che dello zaino!


Pura Luhur Tanah Lot

Pura Tanah Lot, Bali, Indonesia

La prima tappa della giornata è stata la visita al tempio di Tanah Lot che, oltre ad essere uno dei più visitati e fotografati di Bali, è anche uno dei più importanti per i Balinesi, fra i più venerati sull’isola.

La particolarità del Pura Tanah Lot è di essere uno dei 7 templi sul mare di Bali, forse uno dei più suggestivi: si dice che da ognuno dei templi marini di Bali dovesse essere visibile quello successivo per formare una catena lungo la costa e in effetti, nelle giornate migliori è possibile scorgere il Pura Ulu Watu.

Per potervi accedere, dovrete pagare un biglietto all’ingresso di un’ampia area (delimitata dalle sbarre dove troverete i chioschi per acquistare i biglietti) e anche il parcheggio per lo scooter o il mezzo con cui ci arriverete.

Prezzi aggiornati a Luglio 2022:

  • 60.000 IDR (circa 4€) a testa per l’ingresso

  • 3.000 IDR (circa 0,20€) per il parcheggio dello scooter

Pura Luhur Tanah Lot, Bali, Indonesia

Parcheggiato il motorino nelle apposite aree a destra dell’ingresso, dovrete proseguire a piedi e farvi largo nelle stradine piene di venditori ambulanti e mercatini. Non preoccupatevi di perdervi, vi basterà seguire le indicazioni o il flusso di turisti.

Se sperate di raggiungere il tempio a piedi, sappiate che non è possibile, nemmeno nei giorni di bassa marea: è un privilegio riservato solo ai balinesi.

Ad ogni modo il tempio è splendido anche se ammirato dalle scogliere adiacenti: la vista è mozzafiato. Proprio per questo è sempre affollatissimo, soprattutto al tramonto in quanto il sole che cala dietro il tempio crea uno spettacolo imperdibile. Per questo motivo l’ideale è visitare il Pura Tanah Lot al mattino, prima arrivate meglio è. Quando siamo arrivati noi c’era già un po’ di gente, ma nulla di fastidioso o esagerato.

Tempio di Bath Bolong, Bali, Indonesia

Mi raccomando, non fermatevi ad ammirare solo il Pura Tanah Lot, ma proseguite di qualche decina di metri verso destra per non perdervi il tempio di Batu Bolong, situato su una splendida formazione rocciosa collegata alla terraferma da una specie di ponte naturale. In origine è stato costruito per proteggere Tanah Lot, e al contrario di quest’ultimo, riuscirete ad avvicinarvi maggiormente a piedi.

Il ricordo che avrò per sempre del tempio di Tanah Lot è quello della mia rovinosa caduta dovuta a un mezzo svenimento davanti al tempio! Era caldissimo e umido, e non avevo ancora fatto colazione.. per fortuna avevo la mia scorta di integratori di sali e minerali nella borsa, assolutamente essenziali in un viaggio di questo tipo (per sapere cosa portare in viaggio a Bali cliccate qui).


Canggu

Canggu, Bali, Indonesia

Canggu è un villaggio della costa occidentale di Bali, situato fra il tempio di Tanah Lot e Seminyak ed è ormai una delle località balneari più alla moda di Bali. Sabbia nera, onde perfette per il surf, tantissimi locali e cafè di tendenza, tramonti spettacolari ma anche feste incredibili. Canggu è a parer mio molto più vivibile rispetto a Kuta: ci abbiamo trascorso solo poche ore (più che sufficienti se non siete a Bali per fare vita notturna e trascorrere le giornate in spiagge affollate in mezzo a turisti) ma ne sono comunque valse la pena. Tornando da Tanah Lot, fermarsi in questa zona per pranzo è l’ideale, in modo da poter dare un’occhiata alle stradine piene di negozietti e deliziosi cafè, ma anche splendidi mercatini. A Canggu inoltre ci sono tantissimi famosi beach club, alcuni dei quali vale la pena fare un salto secondo me.

Le cose principali da tenere a mente se avete intenzione di visitare Canggu è che è estremamente turistica, piena di nomadi digitali, backpackers e surfisti; i prezzi sono più alti rispetto al resto dell’isola, il mare è perfetto solo per chi pratica surf e il traffico è folle. Qui però troverete anche tanti ristoranti, cafè e boutiques di artigianato, centri di yoga e coworking. Pregi e difetti di una zona che secondo me dovete visitare ma senza dedicarle troppo tempo!

Noi avevamo prenotato il pranzo a La Brisa - Bali sulle 15:00, per cui abbiamo sfruttato il tempo prima per fare un giro a piedi di Canggu: vi consiglio di esplorare le stradine a piedi, liberamente, senza un obiettivo preciso, fino ad arrivare al mare. Il centro è piccolino, fra i vari mercatini, i negozietti e una sbirciata alla spiaggia non impiegherete più di un paio d’ore per fare un bel giretto.

Ma vediamo cosa non dovete assolutamente perdere in questa zona!

Love Anchor Market

Love Anchor Market, Canggu, Bali, Indonesia

Il nostro mini-tour di Canggu (seconda tappa di questa prima giornata a Bali) è iniziato con una sosta al Love Anchor Market. Situato nel cuore di Canggu, il Love Anchor Market è sicuramente fra i più iconici mercatini dell’isola. Qui troverete di tutto: dall’artigianato locale, gioielleria, abbigliamento e tanti oggetti decorativi fatti a mano.

Anche se non avete intenzione di comprare nulla, non perdetevi questo mercato: è una meraviglia anche solo per fare due passi, l’atmosfera è magica. Lo spazio in realtà è piuttosto piccolo e i venditori sono tutti ammassati, ma i prodotti in vendita e la struttura in legno sono davvero unici. A noi è piaciuto da matti, sicuramente una delle tappe obbligatorie a Canggu.

E’ aperto ogni giorno della settimana dalle 8:00 alle 21:00: i giorni migliori per andarci sono il Sabato e la Domenica, quando troverete più bancarelle e nuovi prodotti.

Davanti al mercato c’è un ampio spazio per parcheggiare.

Mercatino di Canggu

Sulla via dove è situato l’ingresso de La Brisa - Bali, procedendo verso il centro di Canggu e dando le spalle al mare, sulla vostra destra troverete uno splendido mercatino. Noi lo abbiamo trovato per caso, un po’ nascosto: infilatevi fra le prime bancarelle e troverete uno spazio grande almeno tre volte il Love Anchor, pieno di coloratissimi stand di artigianato e abbigliamento locale. L’ambiente è meno affascinante rispetto al Love Anchor, ma i prodotti in vendita sono nettamente più interessanti e i prezzi molto più bassi.

Noi avevamo in mente di fare le spese “grosse” al famoso Mercato di Ubud, per cui abbiamo un po’ sottovalutato questo mercatino, con l’idea di comprare poi. Invece, a cose fatte, vi posso dire che qui troverete tantissimi pezzi che poi difficilmente ritroverete, per cui se vi piace qualcosa compratelo, non lo troverete a meno.

Il segreto è contrattare: io ho comprato un paio di ciabattine meravigliose a 100.000 IDR (poco più di 6€) e il prezzo originale era di 250.000 IDR: mi sono anche detta che nei giorni seguenti ne avrei voluto comprare qualche altro simile da regalare una volta tornata a casa, convinta che li avrei trovati simili ovunque sull’isola e invece non li ho mai più visti e mi sono pentita tantissimo!

Mi raccomando non perdetevi questo delizioso mercato, una vera perla nascosta a Canggu, la sosta ideale prima di recarvi al La Brisa - Bali.

Penny Lane

Il Penny Lane è un altro delizioso ristorante che vi segnalo nel cuore di Canggu e in cui ci siamo imbattuti per caso nel nostro giro esplorativo a piedi del villaggio: la location è splendida, ed estremamente esotica. Noi non ci siamo fermati, ma se dovessimo tornare in zona sicuramente ci farei un salto.

Ricordatevi che non prendono prenotazioni se non per gruppi di più di 10 persone.

La Brisa Bali

La Brisa è un meraviglioso ristorante e beach club a Canggu in cui mi ero imbattuta su instagram più volte negli ultimi due anni e l'avevo salvato come uno dei pochi luoghi che volevo assolutamente vedere in questa zona. Per questo motivo, per non avere brutte sorprese una volta che finalmente sarei stata qui, ho deciso di riservare un tavolo. Ho prenotato circa un mese prima online sul loro sito (clicca qui per riservare un tavolo): è semplicissimo, potete scegliere il giorno, l’orario e riceverete immediatamente la conferma via mail.

La Brisa, Bali, Indonesia

Una volta varcato l’ingresso, abbiamo percorso un vialetto circondato da una splendida vegetazione fino ad arrivare alla reception: già qui ci siamo resi conto che il posto sarebbe stato meraviglioso, sembrava di essere nel Libro della Jungla.

La Brisa non è assolutamente come immaginereste un beach club: immerso nel verde, le strutture sono tutte in legno e in bamboo, la piscina al centro è spettacolare e hanno una terrazza che da sul mare e la spiaggia fantastica.

Noi abbiamo letteralmente amato questo posto: anche Enri, che era piuttosto scettico, l’ha apprezzato tantissimo. Io vi consiglio di venire qui per pranzo o cena, ma potete anche approfittare della piscina: sicuramente è un posto rilassante ed estremamente magico. Non perdetevelo, e mi ringrazierete!

I prezzi sono più alti rispetto al resto dell’isola, ma come in tutta questa zona, e la cucina è sicuramente di tipo internazionale e prevalentemente di pesce, ma ottima, così come i drink! Approvatissimo!

Orari d’apertura:

  • da Lunedì a Venerdì 11:00 - 23:00

  • Sabato e Domenica 10:00 - 23:00

Finns Vip Beach Club

Finns Vip Beach Club, Canggu, Bali, Indonesia

Il Finns Vip Beach Club è un altro posto in cui mi sono imbattuta spesso seguendo pagine su Bali ma che abbiamo scelto di non provare, preferendo posti più tranquilli e tipici. Sicuramente ne avrete sentito parlare o avrete visto foto dell’iconico beach club situato a Canggu, decisamente scenografico e impressionante. Qui fanno anche tantissime feste la sera, se siete interessati vi consiglio di visitare il sito!

Se vi fermate in questa zona di Bali per più tempo, sicuramente è un locale da provare. Se andate per trascorrere un pomeriggio in piscina e quindi usufruire dei letti, vi conviene prenotare: i prezzi sono alti rispetto alla media dell’isola, ma vi offrono anche i teli da bagno e la spesa per le varie consumazioni vi verrà scalata dal prezzo del lettino. Potete anche entrare gratuitamente e consumare solamente, così come pranzare, cenare o semplicemente fermarvi per un drink.


Seminyak

Seminyak è una località turistica e sicuramente poco rappresentativa di Bali: anche qui troverete tantissime boutique, negozi di marca o per il surf, ristoranti, gallerie d’arte e locali notturni.

Una delle cose che assolutamente non potete perdere in questa zona è il tramonto in spiaggia: è uno dei migliori punti dell’isola da cui godervi la golden hour e assistere a uno spettacolo magico.

Dopo uno aver assistito al primo di quello che sarebbe stata una lunga serie di tramonti mozzafiato su quest’isola, abbiamo riconsegnato il motorino e ci siamo dedicati all’esplorazione di Seminyak a piedi fino a tarda sera. Ci sono tantissimi bei negozi, più o meno tipici, di abbigliamento, arte e artigianato, oltre che un’infinità di locali per bere o dove mangiare, avrete davvero l’imbarazzo della scelta. Se cercate qualcosa di tipico, non è così facile: la zona è molto occidentale e turistica. Per cena siamo riusciti a scovare qualche venditore ambulante e a trovare dei noodles a pochi centesimi.

Posso dire di essere stata decisamente soddisfatta della scelta che abbiamo preso di non sostare troppo in questa zona: non era quello che cercavamo, nonostante sia stata una piacevole giornata. Di Seminyak, quello che mi sento di consigliarvi è di sfruttarla per godervi il tramonto: noi abbiamo scelto di ammirarlo da La Plancha.

La Plancha

La Plancha è un coloratissimo ristorante che ricorda un po’ un chiringuito (anche se decisamente più grande), situato dove il mare incontra la jungla di Seminyak.

Tramonto a La Plancha, Bali, Indonesia

E’ un altro dei posti che avevo scovato durante le mie ricerche pre-partenze, per cui avevo sapientemente prenotato in anticipo online sul sito web.

La caratteristica di questo posto è sicuramente la lunga serie di ombrelloni coloratissimi che riempiono la spiaggia e da cui potrete rifocillarvi e bere qualcosa ammirando il sole scendere sul mare ascoltando musica. Fra i colori del cielo e del sole e quelli di questo posto un po' hippie, l’atmosfera che si crea è davvero magica e rilassante. A noi è piaciuto tantissimo!

Il menù non è ampio, ed è tipicamente occidentale, ma i prezzi sono più abbordabili rispetto al Finns, ma comunque più alti rispetto alla media dell’isola: parliamo comunque di circa 15€ in due per due drink e due piatti, nulla di folle.

Ad ogni modo, ne è decisamente valsa la pena, quindi mi raccomando, non perdetevi un tramonto a La Plancha!


Eccoci qui giunti al termine della prima parte del nostro viaggio di 2 settimane a Bali, Gili e Lombok.

Come abbiamo già detto, ci siamo soffermati su questa zona turistica solo una giornata, per poi proseguire verso zone più vere e meno affollate.

Per ricapitolare come abbiamo suddiviso la giornata:

  1. Pura Tanah Lot

  2. Giro nei mercatini di Canggu fra cui il Love Anchor e passeggiata nel centro del villaggio

  3. Pranzo nel primo pomeriggio a La Brisa

  4. Aperitivo al tramonto a La Plancha

  5. Passeggiata fino a tarda sera in centro a Seminyak

Per scoprire le prossime tappe di questo viaggio in Indonesia:

- parte 2: Bali meridionale e isole: Sanur, Uluwatu e Nusa Penida

- parte 3: Bali - Ubud: il cuore verde e pulsante dell’isola

- parte 4: Bali settentrionale e orientale: il nord, Sideman e Padangbai

Inoltre vi suggerisco di dare un’occhiata all’itinerario completo di queste due settimane: qui troverete anche qualche spunto per un eventuale vacanza di 3 settimane.

Se invece cercate indicazioni pratiche su come organizzare un viaggio fai da te a Bali e consigli utili per godervi al meglio questa vacanza, ecco qui la mia guida completa.

Se vi è piaciuto questo post lasciate un like o un commento, mentre se vi servono ulteriori informazioni non esitate a contattarmi!

Buon viaggio (:



123 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti