top of page
  • Immagine del redattoreVanessa Valenti

5 borghi da favola da non perdere in un viaggio on the road in Alsazia

L’Alsazia è stata la meta di un viaggio on the road improvvisato all’ultimo momento che abbiamo deciso di fare per il ponte del 1° Maggio insieme al nostro cagnolino King: è una regione semplicemente stupenda che ha di gran lunga superato ogni mia aspettativa.

Per la sua posizione a cavallo sul confine tra Francia e Germania, è stata per secoli contesa da queste due nazioni, dando così origine a un mix culturale, culinario e di tradizioni franco-tedesco incredibilmente affascinante e con un tocco fiabesco.

L’Alsazia con i suoi piccoli paesini, le viette ciottolate, le casette colorate con i balconi fioriti e le sue profumate boulangerie sono una meta perfetta per un itinerario in auto fra villaggi da favola e deliziosi borghi, oppure all’insegna di cantine e vitigni lungo la Route des Vins.

LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio on the road in Alsazia: itinerario completo e tutto ciò che devi sapere


Come forse avrai già letto, noi avevamo poco più di 3 giorni a disposizione per cui abbiamo organizzato il nostro itinerario on the road in Alsazia in questo modo:

  • Giorno 1: Lucerna

  • Giorno 2: Eguisheim e Colmar

  • Giorno 3: Strasburgo

  • Giorno 4: Sélestat, Ribeauvillé, Riquewihr e Kaysersberg

Ttinerario on the road in Alsazia

In realtà l’ordine ideale e lineare sarebbe: Lucerna, Eguisheim e Colmar, poi Sélestat, Ribeauvillé, Riquewihr e Kaysersberg (che sono tutti e tre tra Colmar e Strasburgo) e infine Strasburgo. Si trovano tutti a poca distanza gli uni dagli altri, ma noi abbiamo fatto questa scelta in modo da dedicare una giornata piena a Strasburgo e non lasciarla per ultima essendo la più lontana rispetto a casa, dedicando invece la Domenica ai paesini più piccini dal più lontano al più vicino rispetto a Colmar in modo poi da proseguire direttamente verso sud e quindi l'Italia. In questo post andremo alla scoperta dei 5 più piccoli paesini dell’Alsazia che abbiamo incluso nel nostro itinerario: Eguisheim, Sélestat, Ribeauvillé, Riquewihr e Kaysersberg. Tralasceremo invece Colmar e Strasburgo, che approfondieremo invece in articoli dedicati, in quanto meritano più tempo e spazio per descrivere ogni angolo di queste meravigliose città! LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Colmar, la Piccola Venezia francese

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Strasburgo, la Capitale d'Europa: itinerario, cosa fare e dove mangiare

Ora possiamo quindi finalmente partire con il nostro road trip in Alsazia alla scoperta di suoi splendidi e caratteristici villaggi fiabeschi!


Eguisheim

Viaggio on the road in Alsazia: Eguisheim

Eguisheim è il primo villaggio che si incontra nel classico itinerario on the road in Alsazia provenendo dall’Italia: essendo il più a Sud della regione è solitamente il punto di partenza per l’esplorazione di questa ragione e si trova a soli 7km di distanza da Colmar, la città che solitamente funge da base in questo tipo di viaggio!

Eguisheim è un paesino davvero incantevole, forse il più bello e affascinante e non a caso è anche il più amato dai francesi: si tratta di un borgo piuttosto piccolino, facilmente visitabile a piedi in un paio d’ore seguendo un percorso ad anello nel centro storico, per finire nel piccolo centro pieno di ristorantini incantevoli e cantine in cui fare degustazione di vini.

Eguisheim, con i suoi 1500 abitanti, è incredibilmente pittoresco: è un villaggio perfettamente conservato in cui i colori pastello delle case a graticcio e l’architettura medioevale riusciranno a portarvi indietro nel tempo.. se osservi con attenzione gli edifici del centro storico puoi ancora vedere le targhe degli antichi mestieri come i fornaio, il vinaio, ecc…

Il paesino è completamente pedonale per cui una volta arrivati a Eguisheim abbiamo lasciato l’auto nel grande parcheggio Mairie (4€ per l’intera giornata) appena fuori il paesino e ci siamo incamminati verso il centro senza un piano definito: il villaggio è talmente piccolino e semplice da visitare che non servono mappe né particolari accorgimenti.. segui la passeggiata turistica che ti permette di percorrere il paese in circolo e ritrovarti nella piazzetta principale. Il Ronde è infatti il percorso ad anello che percorre l’intero villaggio con molti cartelli esplicativi in cui troverai interessanti informazioni sulla storia, le origini e le curiosità di questo paesino.

Ma vediamo nel dettaglio alcune imperdibili cose da vedere a Eguisheim:

- Auberge Rue du Rempart

L’Auberge Rue du Rempart è senza dubbio la casa più fotografata e iconica di Eguisheim e separa due vialetti stagliandosi al centro!

- La Grand Rue

La Grand Rue è la strada principale di Eguisheim: qui troverai tantissimi negozietti tipici, ristorantini e cantine.

- Chiesa di Saints-Pierre-et-Paul

Questa graziosa chiesetta si trova nella piazza principale del villaggio e si tratta di un edificio romanico con qualche aggiunta gotica che risale al 1220: il suo magnifico giardino che in primavera si colora di tulipani è una delle attrazioni imperdibili di Eguisheim.

- Castello di Saint Leon

Come un vero e proprio villaggio delle favole che si rispetti, Eguisheim non poteva non avere il proprio castello sulla piazza principale del paese: si tratta infatti del Chateau de Saint Léon-Pfalz, che con la sua cinta muraria ottagonale svetta imponente sul centro cittadino.

- Le Fontane di Eguisheim

Passeggiando per il paese puoi sbizzarrirti alla ricerca degli angoli più caratteristici, spesso decorate con eleganti fontane. Le più famose sono la Fontana di Saint-Léon, nella piazza principale davanti al castello e alla Chiesa, ma anche quella in Piazza del Mercato e la Fontaine de la Porte Basse.

Botteghe di prodotti tipici e cantine

Le vie di Eguisheim sono un alternarsi di pasticcerie, forni e cantine in cui provare alcuni dei prodotti della tradizione culinaria alsaziana fra cui il delizioso pain d’epices o il brazel con chèvre grigliato (formaggio di capra): noi abbiamo fatto quasi tutta la passeggiata mangiando e per concludere in bellezza un bel calice di vino in una delle tante cantine!


Durante l’anno Eguisheim si anima grazie a particolari festival:

  • in primavera l’atmosfera è incredibilmente colorata e spensierata grazie ai meravigliosi fiori che addobbano i balconi e alle decorazioni del periodo pasquale come uova colorate, coniglietti e pulcini;

  • l’ultimo fine settimana di Agosto si tiene la festa del vino “Vignerons Festival” per cui Eguisheim è famosa essendo la festa più antica di tutta la regione con musica, balli, degustazioni e folklore;

  • a Settembre si svolge il festival dei sapori musicali in cui i protagonisti sono musica e vino;

  • a Dicembre il mercatino di Natale “Marché de Noel Authentique” anima e colora le stradine del villaggio rendendolo, se possibile, ancora più magico!

Sélestat

Sélestat, Alsazia on the road

Il paesino di Sélestat si trova a circa una mezz’ora di auto da Colmar ma spostandosi verso nord in direzione di Strasburgo.

Il centro storico di Sélestat è un vero e proprio museo all'aria aperta: le antiche chiese, le case e gli edifici medievali ma soprattutto la famosa Biblioteca Umanistica (una delle uniche due in Europa) che ospita opere del cinquecento e che testimoniano il ruolo principale di Sélestat durante il Rinascimento.

La città ospita cinque edifici tutelati e trenta registrati come Monumenti Storici, fra cui la chiesa romanica di Sainte-Foy (XII secolo), la chiesa gotica di Saint-Georges (XIII-XV secolo) e la Biblioteca.

Questo borgo è comunque visitabile in poco tempo: noi abbiamo lasciato l’auto in uno dei parcheggi gratuito appena fuori dal centro storico e in un’oretta o anche meno lo abbiamo attraversato tutto a piedi, passeggiando con calma lungo gli stretti vicoli della città vecchia.

Le principali attrazioni di Sélestat sono:

Le chiese medievali di Saint Fois e quella di Saint Georges

La prima è di struttura romanica e risale al XII secolo mentre la seconda è in stile gotico, con splendide vetrate colorate ed è stata edificata fra il XIII e il XV secolo.

La Bibliothèque Humaniste

Biblioteca Umanistica di Sélestat

La Biblioteca Umanistica di Sélestat è patrimonio dell’UNESCO e conserva uno dei tre manoscritti della Mappae Clavicula e l’intera biblioteca che appartenne alll’umanista Beatus Rhenanus, da lui lasciata in eredità alla sua città natale.

In tutto la Biblioteca ospita 154 manoscritti medievali e 1611 stampe del XV-XVI secolo: per garantirne la corretta conservazione, ogni trimestre le collezioni sono rinnovate.

Orari d’apertura:

  • da Maggio a Settembre e a Dicembre: da Martedì a Domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 13:30 alle 18:00;

  • da Febbraio ad Aprile e a Ottobre e Novembre da Martedì a Domenica dalle 13:30 alle 17:30;

  • Chiusa di Lunedì, tutti i giorni di Gnnaio, il 1 Maggio e il 25 e 26 Dicembre.

Il Museo del Pane d’Alsazia

Il Museo del Pane d’Alsazia, Selestat

A pochi passi dalla Biblioteca Umanistica si trova il Museo del Pane d’Alsazia dove si può intraprendere un interessantissimo percorso alla scoperta di come è nata ed è stata tramandata la produzione del pane in Alsazia: dalla prima spiga di grano alle prime farine, dal lavoro del fornaio di allora e di oggi, dalle leggende del pretzel al Kougelhopf.. qui si scopre il pane in tutte le sue forme.

Oltre al museo c’è anche un piccolo forno dove acquistare delizioso pane fresco, dolci tipici e altri prodotti locali come marmellate e dolci.

Qui è possibile anche mangiare e bere accomodandosi nella piccola e caratteristica sala interna o nei tavolini all’aperto.

Orari d’apertura:

  • da Gennaio a metà Maggio e ad Ottobre e Novembre dal Martedì al Sabato dalle 9:00 alle 18:00 e la Domenica dalle 9:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00;

  • a Dicembre ogni giorno dalle 9:00 alle 18:00 (Martedì e Venerdì fino alle 18:30)

Quai des Tanneurs

Quai des Tanneurs è uno dei quartieri più antichi della città grazie ad alcune case risalenti al Medioevo. Si tratta del quartiere dove risiedevano coloro che esercitavano la professione del conciatore: il corso d'acqua, che occupava la parte centrale della via, veniva utilizzato per la concia delle pelli ma fu interrato agli inizi del XX secolo per motivi sanitari.

I conciatori esercitavano il mestiere in casa, motivo per cui l’aspetto degli edifici è caratteristico delle esigenze legate alla professione: un tetto stretto e alto e dal tetto spiovente che serviva per appendere le pelli e farle asciugare dopo essere statte lavate, raschiate e conciate più volte nei bagni.

Rue des Veux, Rue des Oies, Rue Dorlan e Place du Marché aux Poissions

Queste viette ospitano splendide case antiche tutte da scoprire passeggiando: la cosa migliore da fare a Sélestat è girare senza una meta e scoprire gli angoli più caratteristici e suggestivi di questo meraviglioso borgo.


Ribeauvillé

Ribeauvillé è un minuscolo per quanto delizioso borgo medievale immerso tra verdi colline e vigneti e dominato dalle rovine dei Tre Castelli dei Signori di Ribeaupierre; il suo grazioso centro è pieno di edifici storici risalenti al XV e XVIII secolo e disseminato di piazze rinascimentali decorate con ricche fontane.

Ribauvillé si trova non lontano da Colmar e il suo nome deriva da una famiglia che stabilì lì la sua signoria durante il Medioevo, i Ribeaupierre: durante il loro regno, fecero costruire le 3 fortezze che si possono ancora vedere dalla città.

Noi non le abbiamo visitate ma è possibile seguire un percorso chiamato il Circuito dei tre castelli: il Castello di San Ulrich, il Castello di Girsberg ed il Castello Haute Ribeaupierré. Il percorso è breve ma molto suggestivo che conduce attraverso vigneti, radure e macchie boschive alla scoperta dei tre castelli: iI tragitto è lungo complessivamente 9 km ed è percorribile in circa tre ore tra andata e ritorno.

A Natale Ribeauvillé ospita un caratteristico mercatino in stile medievale, con mangiatori di fuoco, animazione, bancarelle con specialità dolci e salate.

Le principali attrazioni di Ribeauvillé, al di là dei tre castelli, sono:

La Pfifferhaus

Pfifferhaus, Ribeauvillé

La Pfifferhaus è una delle più affascinanti e pittoresche case a graticcio di Ribeauvillé: risale al 1663 e in epoca medievale questa casa era il punto di ritrovo dei menestrelli. Infatti all’epoca i signori di Ribeauvillé erano “re” dei menestrelli e trovatori di tutta l’Alsazia.

La città è famosa per un'antica leggenda ricordata ogni anno con la Festa dei Menestrelli, che si tiene ogni primo weekend di Settembre con esibizioni, sfilate e corte in stile medievale.

La Place de l’Hotel de Ville

La piazza del Municipio è il cuore della cittadina e rappresenta il confine naturale tra la parte alta e bassa della città; attorno alla piazza si affacciano alcuni dei più importanti edifici di epoca rinascimentale come il Municipio e la fontana dei Cervi mentre di fronte al municipio si trova il Convento degli Agostiniani.

La Grand Rue

La Grand’Rue è la principale via della cittadina di Ribeauvillé e vi si affacciano gli edifici più interessanti e le piazzette più caratteristiche. Sulla Grand Rue si trova anche la Maison d’Ortoi, edificio che un un tempo costituiva l'antica dogana e ora è invece l'Ufficio del Turismo, di fronte al quale si erge la Fontana del Vignaiolo in onore alla cultura del bino della zona.

La Grand Rue è coloratissima e anche ricca di botteghe e negozietti dove acquistare tantissimi prodotti locali come ottimi formaggi, salumi e ovviamente il vino.

Tour des Bouchers

Tour des Bouchers, Ribeauvillé

La Torre dei Macellai per secoli ha svolto il ruolo di accesso difensivo fra la parte alta e bassa della città: infatti nel Medioevo il borgo fu diviso in quattro zone fortificate, collegate da torri e porte che consentivano un passaggio controllato da un distretto all’altro. Questa torre fungeva anche da campanile e da prigione e deve il suo nome alla congregazione dei macellai che svolgeva l’attività in questa zona. La sua costruzione si svolse in due periodi diversi: la parte inferiore venne realizzata nel 1290, mentre nel 1536 si decise di proseguire fino a un’altezza di 29 metri.

Place de Seinne

La piccola ma caratteristica Place de la Sinne è un angolo pittoresco della città, circondato da meravigliosi palazzi a graticcio dai colori pastello e luogo dove sorge la locanda del Sole, un tempo punto d’incontro cittadino, e la locanda della pecora che fungeva da stazione di posta.

Place de la Republique

Place de la Republique coincide con la fine della Grand Rue e del Centro Storico di Ribeauvillé e qui un tempo sorgeva una porta fortificata. Al centro si trova una fontana esagonale con una statua a forma di Leone costruita nel 1576.

Boulangerie Medieval

Se passeggiando per la Grand Rue dovesse venirvi un certo languorino allora non posso che consigliarvi di fermarvi alla Boulangerie Medieval e assaggiare uno dei loro deliziosi pain au chocolat.


Riquewihr

Riquewihr, Alsazia on the road

Proprio qui, a Riquewihr, i disegnatori della Disney hanno preso l’ispirazione per ricreare il villaggio del celebre cartone animato di Walt Disney “La Bella e la Bestia”.

Questo borgo colorato è letteralmente uscito da una fiaba, sembra che il tempo si sia fermato al Medioevo ed è uno dei più belli d’Alsazia; arrivarci è semplicissimo, si trova a soli 15 km da Colmar.

Anche per visitare questo piccolo borgo ci vogliono poche ore e la migliore modalità per esplorarlo è quella di seguire il Circuit Historique, un percorso che attraversa 25 edifici stori del famoso paesino.

La Fonrana di Belle, Riquewihr

La Fontana di Belle

Attraversa il grande passaggio dell’Hotel de Ville, il municipio, che è la porta d’ingresso al paese, e sulla destra troverai la fontana dove la protagonista de “La Bella e La Bestia” Belle leggeva i suoi amati libri.

Rue du Général De Gaulle

Questa è la via principale di Riquewhir ed è costeggiata da splendide case a graticcio di tutti i colori e forme diverse, con finestre decorate da vasi di fiori: non perdere tutte le piccole traversine e gli edifici storici che troverai passeggiando lungo la Rue e scopri splendidi e caratteristici scorci.

Cantina Junng Gustave & Fils

Se hai voglia di assaggiare qualche vino locale, la Cantina Junng Gustave & Fils si trova sulla Rue du Général De Gaulle vicino all’ingresso del paese e ha una splendida vista sul borgo e le case a graticcio. Noi ci siamo appostati sul bordo della strada e abbiamo assaggiato vari vini, uno più squisito dell’altro!

Au Marché de Riquewhir

In questo piccolo negozietto vendono dei pretzel al formaggio semplicemente divini e il posto è molto suggestivo, facci un salto!

Féerie de Noël

Féerie de Noël è un negozio di articoli natalizi aperto tutto l’anno e situato nel centro storico di Riquewihr. Il negozio consta di 2 piani di articoli e oggettistica di Natale, un vero e proprio paradiso per gli amanti del Natale.


Kaysersberg

Kaysersberg, Alsazia on the road

Come gli altri, anche Kaysersberg è famosa per i suoi viali ciottolati di casette in graticcio ma si è guadagnata il nome di Città Fiorita: a Kaysersberg infatti, più che negli altri paesi d’Alsazia che abbiamo già conosciuto, i balconi e le finestre delle case sono sempre decorati con splendidi vasi di fiori che contribuiscono ai meravigliosi colori del paese.

Attraversata dal fiume Weiss, Kaysersberg è un borgo di straordinaria bellezza, la nostra ultima tappa in questo breve on the road in Alsazia!

Kaysersberg è ricca di splendidi edifici, negozietti di prodotti tipici e spettacolari pasticcerie a cui ti sarà impossibile resistere, fidati.. per cui esplora questo borgo liberamente e scoprine ogni angolo!

Ma ora vediamo un paio di cose che non devi perdere a Kaysersberg:

Kaysersberg dal Ponte Fortificato

Il Ponte Fortificato

Il massiccio ponte fortificato costituisce l’ingresso principale al cuore del paese. Costruito in arenaria rosa nel 1514, serviva a proteggere la città dalle possibili aggressioni provenienti dalle zone germaniche; da qui la vista sul fiume Weiss, sui negozi e le casette colorate a graticcio è splendida!

Rue du Général de Gaulle

Anche Kaysersberg, come anche Riquewhir, ha la sua Rue du Général de Gaulle e anche qui questa è la principale strada del paese, il suo cuore pulsante, su cui affacciano molti edifici antichi e finemente decorati.. facciate a graticcio, tetti spioventi, bovindi e statue scolpite.

Come per gli altri borghi, il mio consiglio è quello di passeggiare godendoti il luogo, perdendoti fra i cortili e le piazzette laterali.

Fontana di Costantino, Kaysersberg

Chiesa di Saint Croix e Fontana di Costantino

La chiesa di Sainte Croix si trova accanto al municipio di Karsersberg e fu costruita in più fasi dal XII al XV secolo. Sulla piazza della chiesa si affacciano diverse belle case a graticcio ma soprattutto una fontana in arenaria gialla sormontata da una statua dell’Imperatore Costantino, risalente al XVI secolo.

Il Castello

Dal ponte fortificato riuscirai a scorgere il Castello di Kaysersberg: costruito tra il XIII e il XVI secolo, è un esempio di fortezza di guarnigione che all’epoca, grazie alla posizione strategica, permetteva di sorvegliare l’intera valle.

Il castello di Kaysersberg è raggiungibile in circa 10 minuti a piedi: da qui si gode una magnifica vista della città e della regione.

Boulangerie Anne et Claude Hillbrand

Se volete provare qualche dolce tipico alsaziano allora fermatevi in questo angolo di paradiso! Questo non è un cafè ma si tratta di un classico panettiere artigianale con un'incredibile offerta di dolci tipici locali da far girare la testa!

Noi abbiamo comprato il tipico il gugelhupf da portare a casa ma anche alcune fette di torta da gustare passeggiando per le vie del paese!

Per saperne di più sulla cucina tipica dell'Alsazia e i suoi piatti tipici allora LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio on the road in Alsazia: itinerario completo e tutto ciò che devi sapere

Le Caveau du Pressoir

Se ti trovi a Kaysersberg verso ora di pranzo e cerchi un ristorantino in cui mangiare, allora ti consiglio il Caveau du Pressoir. Qui sono specializzati in tanto gigantesche quanto deliziose tarte flambée cotte in forno a legna. Il prezzo è onesto: noi abbiamo preso due tartes (giuro gigantesche) e mezzo litro d'acqua naturale spendendo 28€.

Il locale si trova in una piccola traversa della Rue du Général de Gaulle.


Castello di Haut-Koenigsbourg

L’unica cosa che non siamo riusciti a fare e che abbiamo rimpianto è il castello imperiale di Haut-Koenigsbourg che gode la fama di castello più bello d’Alsazia. Si trova sulla cima del Monte Stophanberch a firca 15 km da Sélestat e per secoli è stato protagonista di numerosi conflitti, passando tra le mani di casate e signori. Purtroppo quando dovevamo andarci era chiuso ma se dovessimo ripassare in zona mi piacerebbe molto andare: ho letto che gli interni sono splendidi e perfettamente conservati e che dalle finestre e dai suoi bastioni si gode di una vista panoramica mozzafiato sui Vosgi e la Foresta Nera.

Il biglietto adulto costa 9€.

Orari d’apertura:

  • Gennaio, Febbraio, Novembre, Dicembre dalle 9:00 alle 12:00, dalle 13:15 alle 16:15;

  • Marzo e Ottobre dalle 9:30 alle 17:45;

  • Aprile, Maggio e Settembre dalle 9:15 alle 18:00;

  • Giugno, Luglio e Agosto dalle 9:15 alle 18:15.

  • Il Lunedì apre alle 10:30

  • Chiuso il 1 Gennario, il 30 Gennaio, 1 Maggio e 25 Dicembre.

Castello di Haut-Koenigsbourg

Ora che abbiamo esplorato insieme i più bei borghi d'Alsazia, siamo pronti a proseguire il nostro viaggio on the road alla scoperta di questa magica regione da sogno nel sud'est della Francia verso le prossime tappe del nostro on the road: Colmar e Strasburgo.

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Colmar, la Piccola Venezia francese

LEGGI ANCHE: Cosa vedere a Strasburgo, la Capitale d'Europa: itinerario, cosa fare e dove mangiare

Se stai pensando di organizzare un viaggio in auto in Alsazia e non sai da dove iniziare allora LEGGI ANCHE: Come organizzare un viaggio on the road in Alsazia: itinerario completo e tutto ciò che devi sapere - qui troverai una guida completa su come pianificare il tuo viaggio, quanto stare e quando andare, dove alloggiare, qualche spunto per il tuo itinerario e anche un piccolo approfondimento su cosa mangiare!


Come sempre per qualsiasi informazione o dubbio sono a completa disposizione nei commenti o in privato!


Bon Voyage!

265 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti
bottom of page