top of page
  • Immagine del redattoreVanessa Valenti

3 giorni a Roma, la Città Eterna - itinerario, musei imperdibili e tutto su cosa vedere

Roma è sempre un'ottima scelta! Romantica, densa di storia e di cultura, ogni volta che ci torno me ne innamoro sempre più senza mai stancarmene.

Ad ogni visita scopro un nuovo ristorante, una mostra, un angolo nascosto in cui non mi ero mai imbattuta prima... e anche quando torno nei soliti posti è un po' come tornare a casa: trovo il calore e l'accoglienza che questa città sa dare come solo poche altre.

Roma è semplicemente Eterna, uno dei miei luoghi preferiti in Italia, e bene o male almeno una volta ogni 1 o 2 anni mi piace farci un salto! Ci siamo capitati anno scorso, a Gennaio 2022, e anche quest'anno (Luglio 2023).

In questo post vi propongo alcuni dei miei posti preferiti a Roma: si tratta di un mix di informazioni e foto raccolte negli ultimi anni per condividervi dati il più aggiornati possibile.

Vi propongo un itinerario di almeno 3 giorni per poter visitare la città esclusivamente a piedi e con una discreta calma! Se per caso aveste a disposizione un giorno extra allora vi consiglio un giro nella zona di Viterbo sulla via del ritorno per esplorare lo splendido Parco dei Mostri e l'incantevole borgo di Civita di Bagnoregio.


Altare della Patria, Roma, Italia
Altare della Patria

Itinerario di almeno 3 giorni a Roma

Giorno 1:

  • San Pietro

  • Musei Vaticani

  • Castel Sant’Angelo

  • Chiostro del Bramante

  • Pantheon

  • Altare della Patria

  • Aperitivo e cena a Trastevere - Vineria di Roma. e Tonnarello

Giorno 2:

  • Piazza del Popolo e Terrazza del Pincio

  • Passeggiata nei Giardini di Villa Borghese

  • Galleria Borghese

  • Pranzo all'Osteria da Fortunata

  • Piazza Navona

  • Fontana di Trevi

  • Via dei Condotti e Piazza di Spagna

  • Via del Corso

  • Museo dell'Ara Pacis

  • Cena da Pinsa 'mpò

Giorno 3:

  • Fori Imperiali

  • Colosseo

  • Circo Massimo

  • Bocca della Verità

  • Aperitivo a Campo dei Fiori


Lungotevere con vista su Castel Sant'Angelo, Roma, Italia

Pantheon

Il Pantheon è un edificio della Roma antica costruito come tempio dedicato a tutte le divinità passate, presenti e future. Il Pantheon di Agrippa è l'edificio romano meglio conservato al mondo con il suo pavimento in marmo originale. Fin dal periodo rinascimentale, il Pantheon è stato utilizzato come sede dell'Accademia dei Virtuosi di Roma e come tomba di grandi italiani come Raffaello di Urbino e dei re Vittorio Emanuele II. Si tratta quindi di un monumento storico ma è anche una chiesa dove si celebrano le messe e soprattutto i matrimoni. La sua famosissima cupola è rinomata per l'oculus sul soffitto che rimane sempre aperto consentendo l'ingresso della luce ma anche della pioggia.

La Basilica è aperta tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso alle ore 18.30).

Dal 3 Luglio 2023 l'ingresso è soggetto a pagamento di un biglietto del costo di 5€ a testa.

Altare della Patria

Il Monumento nazionale a Vittorio Emanuele II o Vittoriano, anche chiamato Altare della Patria, è situato al centro della Roma antica, sul colle del Campidoglio, in Piazza Venezia.

La sua costruzione iniziò nel 1885 e i lavori si conclusero nel 1935 ma già nel 1911, il monumento fu inaugurato ufficialmente ed aperto al pubblico, in occasione delle celebrazioni del 50º anniversario dell'Unità d'Italia. E’ possibile accedere all’interno gratuitamente, mentre per salire sulla terrazza delle quadrighe bisogna prendere gli ascensori, pagando un biglietto di 10€, per godere di una vista panoramica sulla città eterna.

Altare della Patria, Roma, Italia

Fori Imperiali

Fori Imperiali, Roma, Italia

I Fori Imperiali sono un complesso architettonico unico al mondo, composto da una serie di edifici e piazze monumentali, centro dell'attività politica di Roma antica, edificate in un periodo di circa 150 anni, tra il 46 a.C. e il 113 d.C. Oggi, l’area archeologica dei Fori Imperiali è visitabile, con ingresso in Piazza Santa Maria di Loreto, presso la Colonna Traiana. Il percorso della visita, seguendo la passerella presente nel sito, tocca una parte del Foro di Traiano, passa sotto via dei Fori Imperiali percorrendo le cantine delle antiche abitazioni del Quartiere Alessandrino, attraversa il Foro di Cesare e termina in prossimità del Foro di Nerva, da dove si esce su Via dei Fori Imperiali.

Se non ci siete mai entrati, dovete assolutamente farlo, sono davvero splendidi! Vi consiglio di fare il biglietto combinato e visitare sia i Fori Imperiali che il Colosseo.. ma se non ne avete voglia o non avete abbastanza tempo, allora attraversali a piedi dall’alto sulla strada, senza entrare nel parco archeologico. Con una bella passeggiata all’esterno puoi comunque avere una bella visuale dell’area: ci sono tanti cartelloni con spiegazioni e mappe che consentono una sottospecie di visita gratuita.

Tariffe: Intero € 4,00 - Ridotto € 3,00

! La prima Domenica del mese ingresso gratuito Se siete interessati a visitare anche il Colosseo, vi consiglio il biglietto combinato.


Colosseo

Colosseo, Roma, Italia

L’Anfiteatro Flavio è situato nel cuore archeologico della città di Roma ed è Patrimonio dell’Unesco dal 1980. L’edificio simbolo di Roma viene chiamato più comunemente Colosseo per via di una colossale statua che sorgeva nelle vicinanze, e venne edificato nel I secolo d.C. per volere degli imperatori della dinastia flavia. Il Colosseo ha accolto, fino alla fine dell’età antica, spettacoli molto popolari come le cacce e i giochi gladiatori. L’edificio era, e rimane ancora oggi, uno spettacolo in se stesso. Si tratta infatti del più grande anfiteatro del mondo, in grado di offrire sorprendenti apparati scenografici, nonché servizi per gli spettatori.

Come per i Fori Imperiali, almeno una volta nella vita bisogna entrare: lo spettacolo è mozzafiato e parecchio suggestivo, soprattutto se si pensa di essere in un edificio che risale a 2000 anni prima. Il Colosseo, sia che entriate, sia che rimaniate ad ammirarlo dall’esterno, resta una tappa obbligatoria se siete a Roma. Il miglior posto per fotografarlo è di fianco alla fermata della metro Colosseo, sulla scalinata che porta al Giardinetto del Monte Oppio.

Il biglietto combinato "24h – Colosseo, Fori Imperiali, Palatino" costa € 16,00 intero va acquistato online sul sito web del Colosseo in anticipo

Il biglietto è valido 24h e permette un solo ingresso al Colosseo (I e II ordine), senza il piano dell’arena, e un solo ingresso all’area archeologica del Foro Romano-Palatino, incluse le mostre in corso.

! La prima Domenica del mese ingresso gratuito

* dal 15 Giugno al 15 Dicembre 2023 tutti i biglietti aumentano di 1 € per fronteggiare i danni dell'alluvione


Circo Massimo

Il Circo Massimo è il più grande edificio per lo spettacolo dell’antichità e uno dei più grandi di tutti i tempi (600 m di lunghezza per 140 m di larghezza), ed era adibito a luogo per le corse dei carri già in epoca dei re Tarquini, ma è solo con Giulio Cesare che sarà realizzato un vero e proprio circo in muratura. Le gare che si svolgevano nel Circo erano le attività agonistiche più amate dai Romani, insieme ai giochi gladiatori: i conduttori delle quadrighe erano personaggi idolatrati dal popolo di Roma. Ad oggi, lo spazio è per la maggior parte un’area verde, dove passeggiare o ammirare i resti dell’edificio; è possibile però visitare le rovine: dalle gallerie che un tempo conducevano alle gradinate della cavea, alle antiche botteghe (tabernae) e le basi dell’Arco di Tito.

Orari:

Apertura dal martedì alla domenica: - dall’ultima domenica di ottobre all’ultimo sabato di marzo dalle 9.30 alle 16.00 (ultimo ingresso ore 15.00);

- dall’ultima domenica marzo all’ultimo sabato di ottobre dalle 9.30 alle 19.00 (ultimo ingresso ore 18.00)

Tariffe:

Intero € 5,00 - Ridotto € 4,00

Se volete visitare l'area archeologica del Circo Massimo meglio prenotare online in anticipo sul sito web.

Bocca della Verità

Bocca della Verità, Roma, Italia

Situata in Piazza della Verità, arriverete qui in pochi minuti a piedi dal Circo Massimo, proseguendo la vostra passeggiata.

Si tratta probabilmente di un antico tombino di epoca romana, risalente al regno di Tarquinio il Superbo, ultimo dei sette re di Roma che realizzò la Cloaca Maxima, un grandioso condotto per il drenaggio delle acque. Il nome Bocca della Verità ha origine nel 1485 ed è legato a una curiosa e leggenda medievale, secondo cui la bocca potesse mordere la mano di chi non avesse affermato il vero. La tradizione era molto diffusa tra i mariti gelosi, che conducevano presso il monumento le proprie spose: dopo aver introdotto la mano, le donne dovevano dichiarare di non commesso adulterio. L’entrata è gratuita per cui perchè non approfittarne e non mettere alla prova la veridicità di questa leggenda?


Campo dei Fiori, Roma, Italia

Campo dei Fiori

Al giorno d’oggi Campo de' Fiori, è uno dei punti più famosi della capitale: dal 1869 tutte le mattine, dal lunedì al sabato, si tiene un mercato di cibo, fiori e altri prodotti, ma si tratta di un luogo ideale da visitare anche verso sera.

Campo dei Fiori infatti è una zona perfetta per cenare in uno dei suoi locali all’aperto (avrete davvero l'imbarazzo della scelta, ce ne sono tantissimi) ma anche il posto ideale per godervi un aperitivo come noi, che abbiamo ordinato un drink e qualcosa da spizzicare da Nolano, approfittandone per riposarci un’oretta prima di rientrare verso l’hotel.

La zona è molto vivace, piena di giovani, ottima location anche per un drink dopo cena, in alternativa a Trastevere.


Basilica di San Pietro e Piazza San Pietro

Basilica di San Pietro, Vaticano, Roma, Italia

Il secondo giorno del nostro tour di Roma inizia alla Basilica di San Pietro, che si trova nella Città del Vaticano ed è la sede universale della Chiesa Cattolica così come la dimora del Papa: si tratta di uno dei più grandi edifici al mondo ed è la più grande delle basiliche papali.

La costruzione dell'attuale Basilica fu commissionata da Papa Giulio II (1503-1513), ma prima c'era un'altra basilica costruita da Costantino nel 319 nel luogo dove era stato sepolto San Pietro.

L’interno è imperdibile, qui potrete ammirare non solo la magnificenza dell'edificio, ma anche percorrere le sue navate, visitare le cappelle e godere della bellezza di numerose opere d'arte, come la Pietà di Michelangelo, che scolpì quando aveva solo 24 anni. E’ anche possibile visitare le tombe dei Papi situate nelle Grotte del Vaticano.

L'ingresso alla Basilica di San Pietro è gratuito, ma necessita comunque di una fila per entrare, dove verrete controllati e gli oggetti personali passeranno sotto il metal detector. E’ possibile inoltre prenotare una visita guidata a pagamento, eventualmente abbinandola al tour dei Musei Vaticani e della Cappella Sistina.


Musei Vaticani

Musei Vaticani, Roma

Fra le varie collezioni incluse nei Musei Vaticani troverete anche il Museo Egizio, quello Etrusco, la Cappella Sistina, le Stanze di Raffaello e tanti altri spazi. Una volta entrati è possibile rimanere fino all'orario di chiusura: trattandosi di una delle collezioni d'arte più ampia al mondo, che include tesori accumulati dai pontefici nei secoli, per la visita considerate almeno 3 ore.

Sul sito ufficiale dei Musei Vaticani sono in vendita i biglietti per l'ingresso in varie soluzioni combinate.

Anche se cercherete di prenotare con largo anticipo monitorando il sito per essere pronti non appena apriranno gli slot di vendita per il periodo che avete scelto, sappiate che i biglietti sono quasi sempre esauriti immediatamente.

Noi abbiamo dovuto acquistarli tramite un secondo provider (getyourguide.com) ovviamente pagando un bel sovrapprezzo: abbiamo speso 29 € a testa per il biglietto Musei Vaticani + Cappella Sistina. Ci è scocciato parecchio ma non avevamo altra scelta.

P.s: se stavate pensando di rifugiarvi nei Musei Vaticani per sfuggire al caldo torrido di Roma in Luglio e Agosto allora mi tocca avvisarvi del fatto che nel museo non c'è aria condizionata e la temperatura è quasi più calda e insostenibile che all'esterno.

Tariffe:

Musei Vaticani + Cappella Sistina : Adulti: 17 € - Bambini 6-18 anni e studenti 19-26 anni: 8 €

L'ultima domenica del mese l'ingresso è gratuito.


Castel Sant’Angelo

Vista da Castel Sant'Angelo, Roma, Italia

A pochi passi da San Pietro, sul Tevere, giungiamo poi a Castel Sant'Angelo: fu costruito nel tempo dell'imperatore Adriano come suo mausoleo personale e quello della sua famiglia, e poi divenne un edificio militare, stato integrato nel muro Aureliano nel 403. Dal XI secolo il forte divenne proprietà dei papi in quanto connesso con la Città del Vaticano da un corridoio fortificato chiamato Passetto, che potete ammirare anche dall'esterno. Orari d'apertura:

L'accesso è contingentato e consente 300 ingressi per fascia oraria: ogni fascia ha una durata di 1 ora e 30 minuti.

Fasce orarie: 09.00, 10.30, 12.00, 13.30, 15.00, 16.30 e 18.00 Tariffe:

€ 15,00 intero - € 2,00 ridotto

È vivamente consigliata la prenotazione e l’acquisto online dei biglietti - acquista online.

Castel Sant'Angelo, Roma, Italia

Chiostro del Bramante

La Sala delle Sibille, Chiostro del Bramante
La Sala delle Sibille, Chiostro del Bramante

Commissionato dal cardinale Oliviero Carafa circa nel 1500, il Chiostro del Bramante è una costruzione di Donato Bramante, primo architetto di Papa Giulio II e grande rivale di Michelangelo.

Oggi giorno il Chiostro del Bramante ospita interessantissime mostre con spazi espositivi che si dislocano su circa 1000 mq su due piani. Ci sono anche un bookshop, uno store e una caffetteria nel loggiato superiore con annessa la suggestiva sala delle Sibille di Raffaello.

Lo straordinario affresco “Le Sibille” di Raffaello Sanzio è all’interno della Basilica di Santa Maria della Pace ed è possibile ammirarlo dalla Sala delle Sibille, al primo piano del Chiostro.

La Sala delle Sibille è semplicemente incredibile e accattivante: è diventata parte della collezione privata di DART – Chiostro del Bramante ed è un'opera intitolata Trappola d’Amore a Pleasure Palace, realizzata in occasione di Crazy. La follia nell’arte contemporanea (2022), mostra prodotta da DART- Chiostro del Bramante a cura di Danilo Eccher.

Il Chiostro del Bramante è anche luogo di molteplici attività culturali come convegni, seminari, presentazioni di libri, concerti, performances teatrali.

A Luglio 2023 ci siamo stati per la mostra Infinity di Michelangelo Pistoletto e ci è piaciuta tantissimo sia l'esposizione che lo spazio del Chiostro! Penso che meriti una visita a prescindere dalla mostra in corso al momento in cui visiterete Roma!

I prezzi del biglietto variano in base all'evento in corso per cui controllate sempre sul sito ufficiale.

Orari d'apertura:

- Dal Lunedì al Venerdì dalle 10.00 alle 20.00

Sabato, Domenica e festivi dalle 10.00 alle 21.00

**La Caffetteria Bistrot, il Bookshop e il Chiostro hanno ingresso libero indipendentemente dalle mostre


Piazza del Popolo e Terrazza del Pincio

Piazza del Popolo è secondo me fra le più belle Piazze della Capitale: era l'ingresso principale della cittò in epoca romana!

Sulla Piazza troviamo infatti l’ingresso monumentale della Porta del Popolo e alla sua destra si trova la basilica di Santa Maria del Popolo che ospita capolavori di Caravaggio, Carracci, Raffaello e Bernini.

Al centro troviamo l’Obelisco Flaminio sorretto da una terrazza adornata da quattro fontane.

Da Piazza del Popolo potrete salire sulla Terrazza del Pincio, che vi offre una delle migliori viste su Roma e in questo caso anche su Piazza del Popolo. Da qui potete proseguire ed accedere al Parco di Villa Borghese alle sue spalle.


Giardini di Villa Borghese

Dietro alla Terrazza del Pincio si trovano i Giardini di Villa Borghese che prendono il nome dall'omonima Galleria Borghese, al centro del parco.

Questi splendidi e grandissimi giardini sono ideali per rilassarvi e godervi una passeggiata nella natura o per rinfrescarvi nelle torride giornate estive nella capitale.

Il parco è pieno di bar, chioschetti e panchine e potete attraversarlo a piedi o in bicicletta. Al centro del parco troverete un piccolo laghetto dove è possibile fare un breve giro in barca a remi per 4€ a testa di fronte al Tempio di Esculapio.

Galleria Borghese

Roma
Galleria Borghese

Passeggiandoe all'interno del parco di Villa Borghese si arriva a Villa Borghese che ospita al suo interno la Galleria Borghese, uno dei musei più importanti di Roma dopo quelli del Vaticano: conserva le opere di Bernini, Raffaello, Caravaggio, Canova e Rubens.

Secondo me gli spazi della Galleria sono quasi più spettacolari delle opere raccolte all'interno: ho amato questo museo, secondo me molto più bello dei Musei Vaticani - non mi uccidete, è la mia opinione personale! Se non ci sei mai stato allora è sicuramente il momento di recuperare e visitare la Galleria!

La visita ha una durata massima tassativa di 2 ore garantita dagli slot di prenotaizone.

Orari d'apertura:

La Galleria è aperta dal martedì alla domenica, dalle 9.00 alle 19.00.

La biglietteria è aperta dalle ore 8.30 fino a 1 ora prima della chiusura del museo.

Tariffe:

intero € 16,00 (ultimo turno € 8,00)

ridotto18-25 anni Cittadini Europei€ 5,00

La prenotazione è obbligatoria e ti consiglio di effettuarla per tempo sul sito autorizzato di Ticketone - la prevendita ha un costo di € 2,00 a testa ma sappiate che andare direttamente sul posto sperando di acquistare un biglietto è impossibile: è sempre sold out!


Piazza Navona

Piazza Navona è una delle più belle piazze della capitale, delimitata dagli edifici che sorsero sui resti dello Stadio di Domiziano, della cui pista sono conservate la forma e le dimensioni. Tre fontane ornano la piazza: la Fontana del Moro, così chiamata per la statua dell'Etiope che lotta con un delfino, la Fontana de' Calderari, conosciuta anche come la Fontana del Nettuno, entrambe opere di Giacomo della Porta e, al centro, l’imponente Fontana dei Quattro Fiumi, opera di Gian Lorenzo Bernini.


Fontana di Trevi

Una fermata obbligatoria la merita poi la Fontana di Trevi, la più famosa delle fontane romane. La realizzazione si deve a papa Clemente XII che, nel 1732, indisse un concorso vinto dall’architetto Nicola Salvi.

Vi consiglio di andarci in mattinata, per evitare enormi folle di turisti e per godere di una migliore vista grazie alla luce del sole che nel pomeriggio è coperta dagli edifici che la attorniano. Una volta qui, non dimenticare di lanciare una moneta se volete tornare a Roma, come dice l'usanza; se invece cercate un po’ di romanticismo, forse anche un amore italiano, dovrete lanciare una seconda e una terza moneta per assicurarvi che presto risuonino le campane nuziali.

Una piccola curiosità: la Fontana di Trevi è luogo della scena più nota del film La Dolce Vita del regista Federico Fellini; Anita Ekberg avvolta in un lungo abito da sera nero chiama Marcello Mastroianni: “Marcello, come here!", mentre sinuosa si immerge nelle acque della fontana.


Piazza di Spagna, Via dei Condotti e Via del Corso

Conosciuta semplicemente come Via Condotti, è una delle più conosciute vie dello shopping di Roma e ospita numerosi negozi di lusso e lo storico Caffè Greco. Da qui arriverete in Piazza di Spagna, caratterizzata dalla splendida scalinata di Trinità dei Monti; si tratta di una delle più famose piazze di Roma.

Al centro della piazza è posta la Fontana della Barcaccia, scolpita da Pietro Bernini e da suo figlio, il più celebre Gian Lorenzo Bernini. All’angolo destro della scalinata, si trova la Keats-Shelley Memorial House, casa del poeta John Keats del 1800, trasformata in un museo che raccoglie libri e cimeli del Romanticismo inglese.

Qui ci si può perdere fra le splendide vetrine dei più noti marchi di abbigliamento e accessori, oppure godersi qualche raggio di sole sulla scalinata della Trinità, godendo della splendida vista sulla piazza.

A pochi passi da Piazza di Spagna raggiungerete poi Via del Corso, anch’essa ricca di negozi, un po’ più a buon mercato di quelli presenti su via dei Condotti e in Piazza di Spagna.


Museo dell'Ara Pacis

Il Museo dell'Ara Pacis è forse uno dei monumenti più significativi della Roma antica: era un tempio per il sacrificio di animali sacri dove partecipavano solo i preti e vestali.

Il monumento consiste in un altare situato all'interno di una struttura chiusa in marmo di Carrara per proteggere l'opera dall'umidità e dalla contaminazione.

La decorazione dell'altare è costituita da diversi rilievi che mostrano la famiglia delll'Imperatore Augusto in processione e diverse allegorie legate alla fondazione di Roma. L'Ara Pacis risale infatti al 9 aC: il senato romano nell'anno 13 aC, decise di costruire un altare in segno di gratitudine all'imperatore Augusto e l’Ara Pacis fu inaugurato 4 anni dopo come monumento dedicato alla pace e alla prosperità che il regno dell'imperatore Cesare Augusto aveva portato a Roma.

Il Museo ospita periodicamente, negli spazi al piano inferiore, delle mostre temporanee.

Orari d'apertura:

- tutti i giorni dalle 9.30 alle19.30 - il 24 e il 31 Dicembre dalle 9.30 alle 14.00 - il 1 Gennaio dalle 11.00 alle 19.30 - chiuso il 1 Maggio e il 25 Dicembre

Tariffe:

Intero € 10,50

Ridotto € 8,50

Vi consiglio di prenotare in anticipo sul sito ufficiale in modo da evitare code e da non rischiare di non trovare biglietti disponibili (considerate 1€ di prevendita).

Museo dell'Ara Pacis Roma

Queste sono solo alcune delle tante possibilità che offre Roma.. forse le più classiche e battute da turisti da tutto il mondo, ma sono senza ombra di dubbio luoghi incredibili, densi di storia e di fascino che almeno una volta nella vita bisogna visitare.

Ora avete tutto quello che vi serve per organizzare il vostro weekend romano quindi ora possiamo pensare a riempirci la pancia perchè Roma non è solo storia e antichi edifici.. è anche casa di una delle cucine più gustose e saporite del paese. Scoprite i migliori posti dove mangiare a Roma e tutti i piatti della tradizione culinaria che dovete assolutamente provare in un weekend a Roma

Se sei ancora nella fase organizzativa e hai bisogno di qualche dritta allora LEGGI ANCHE: Tutto ciò che devi sapere per organizzare un viaggio a Roma


Se hai a disposizione più di 3 giorni per la tua vacanza, allora potresti prendere in considerazione l'idea di spingerti al di fuori di Roma ed esplorare qualche altra meraviglia nel Lazio come lo splendido borgo di Civita di Bagnoregio o il Parco dei Mostri di Viterbo.


E ora non mi resta che augurarvi buon viaggio!



Post correlati

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page