• Vanessa Valenti

NOSY BE, Madagascar: Welcome to Paradise!

Aggiornamento: 28 lug

19-30 Settembre 2018

Nosy Be è l’isola più famosa del Madagascar; in malgascio significa “Isola Grande” e si trova tra l'innesto del canale del Mozambico e le Isole Comore.


Nosy Iranjia, Nosy Be, Madagascar

PLANNING

Non amo particolarmente alloggiare nei villaggi turistici e, essendo Nosy Be un luogo tranquillo e sicuro, mio babbo si è fidato di me e mi ha lasciato fare da sola. Dopo varie ricerche in rete ed aver chiesto qualche parere ad amici che c’erano già stati, ho prenotato tutto online.


Volo: ho scelto Ethiopian Airlines e, prenotando a Luglio, sul sito ufficiale della compagnia di bandiera Etiope ho speso 754€ a testa da Roma Fiumicino con scalo ad Addis Abeba.

✈ FCU – ADD (6 ore di volo) → ADD – NOS (4ore di volo)

✈ NOS –ADD (4 ore di volo) → ADD –FCU (6 ore di volo)


Nosy Lodge, Nosy Be, Madagascar

Hotel: ho prenotato online su Hotels.com; di solito scelgo sempre booking.com ma confrontando i vari prezzi, la stessa struttura mi costava meno, quindi ho provato questo sito per la prima volta.

La scelta è stata dettata dalla qualità, non tanto dai servizi: non volevo opzioni all inclusive sapendo già che avremmo fatto tante escursioni sulle isole e in barca per fare immersioni, finendo per pranzare quasi sempre fuori. Ho cercato qualcosa che però la sera ci permettesse di raggiungere i ristoranti in poco tempo ma che avesse la colazione gratuita inclusa.

Nosy Lodge, Nosy Be, Madagascar

Ho scelto il Nosy Lodge, vicino al paesino di Ambondrona, pagando 419€ per due persone con colazione continentale gratuita a buffet, una camera di 25mq camera spaziosa, con arredamento essenziale tipico ma molto pulita e curate, bagno stupendo, wifi gratis e aria condizionata.

La struttura è sulla spiaggia di Ambondrona (non è splendida come la si immagina, per il semplice fatto che la sabbia non è bianca, ma noi non ci siamo mai stati, quindi dipende da che tipo di viaggio avete in mente di fare).

Nosy Lodge, Nosy Be, Madagascar

Al Nosy Lodge trovate un ristorante, dove noi abbiamo mangiato solo un paio di volte per pranzo (pochi piatti, semplici, ma molto buoni e con prodotti tipici e freschissimi), una piscina all'aperto meravigliosa, un bar e un bellissimo giardino sulla spiaggia in cui noi abbiamo passato molte serate a guardare le stelle.

La reception è aperta 24 ore su 24 con staff che parla inglese e francese e il servizio di cambio valuta. Noi abbiamo sempre cambiato i soldi ad Ambatoloaka nella banca, che era molto più conveniente.

La sera noi ci siamo sempre spostati verso Ambatoloaka per cenare, bere qualcosa e fare due passi nei negozietti. Il posto è molto tranquillo e facilmente raggiungibile in neanche 10minuti a bordo di un tuc-tuc, che non potete non provare!

Tuc Tuc in Hellville, Nosy Be, Madagascar

Ogni sera abbiamo provato un localino diverso, sperimentando i vari sapori tipici: dal pesce alla carne, abbiamo sempre mangiato benissimo e speso poco.

N.B.: nel prezzo della struttura non era compreso il transfer da/a l’aeroporto, per cui l’avevo prenotato precedentemente contattando la struttura via mail.

Il Nosy Lodge fornisce il servizio di noleggio auto e biciclette e sorge in una zona rinomata per l'escursionismo e il ciclismo. Sempre nella struttura potete prenotare le vostre escursioni sull’isola con il tour operator Nosy Be Original, e a 20 metri di fianco sorge il Scuba Nosy Be, un Diving Centre con cui noi abbiamo organizzato le nostre immersioni.


Tramonto a Nosy Be, Madagascar

DISCOVERING NOSY BE

Sia io che mio babbo facciamo immersioni solo che lui è molto fissato, ed è partito con l’intenzione di fare due tuffi ogni giorno. Io per quanto ami immergermi, amo visitare i luoghi, conoscerne la cultura e non lasciare niente di non visto: quando vado in un posto parto con l’idea che probabilmente non ci tornerò più, ci sono tanti paesi nel mondo e vorrei vederli tutti, quindi una volta che vado da qualche parte voglio vedere tutto quello che un luogo offre. Mio babbo non la pensa allo stesso modo, quindi lui è stato in barca ogni giorno, mentre io spesso andavo da sola in escursione.

Partiamo quindi alla scoperta di Nosy Be nei luoghi che ho visitato e che secondo me non potete assolutamente perdervi.


TOUR DI NOSY BE

Mercato a Nosy Be, Madagascar

Con un’escursione di un giorno, l’unica in cui io sia riuscita trascinare mio babbo, abbiamo fatto un bellissimo giro dell’isola che ci ha permesso di visitare i principali punti di interesse.

- Lo Zuccherificio di Dzamanzar "La Sirama" (aperta dal 1920): ormai caduta in disuso, è un monumento storico nonostante la sua recente chiusura. Abbiamo anche fatto un piccolo tour di Dzamanzar per scoprire il suo villaggio, il suo mercato, e le sue meravigliose sculture.

- L’Albero sacro Ampombilava: è un posto misterioso, troverete una foresta di piante curiose e caratteristiche le cui radici si slanciano verso il cielo; questa piante sono chiamate "BANIAN". E’ un enorme “ficus Bengalensis” i cui rami e le radici aeree creano una cupola di oltre 50 metri di diametro popolato da alcuni lemuri e dove vengono svolti alcuni rituali spirituali.

Lungo la strada di Fascene, per l’albero sacro, incontrerete per la strada alberi del caffè, del pepe, alberi da frutta e soprattutto la Regina dei Fiori sull’isola di Nosy Be, l’Ylang Ylang, il fiore sacro, e potrete ammirare le innumerevoli piantagioni sparse su tutta l’isola di Nosy Be.

Mercato delle spezie, Hell-ville, Nosy Be, Madagascar

- Hell-ville: è la città principale, a circa 20 min dall'aeroporto. Abbiamo visitato il mercato comunale e delle tovaglie, sapientemente lavorate a mano, tipiche di Nosy Be, ma potrete anche passeggiare fra esotica frutta fresca, oltre che magnifiche spezie coloratissime di cui io ho fatto grande scorta. La città è caotica ma splendida, con edifici storici, come la prefettura, e altre costruzioni coloniali. Qui abbiamo pranzato in un ristorante carinissmo, dentro a un giardino interno sotto splendidi alberi di frangipane, tutto incluso nel prezzo dell’escursione.

- La spiaggia di Andilana: dopo pranzo ci siamo diretti a nord verso quella che viene considerata la spiaggia più bella dell’isola, ma non aspettatevi un mare caraibico; onestamente non regge il confronto con quelle delle isolette vicino a Nosy Be e che vi consiglio caldamente. Qui troverete alcuni chioschi per mangiare e tantissime bancarelle dove potrete acquistare splendidi souvenir fatti a mano. Sulla spiagge verrete intercettati da Beach boys, venditori o gente che vi vuole far pranzare in qualche ristorante. Non sono troppo insistenti per fortuna.

Tramonto sul Mont Passot, Nosy Be, Madagascar

- Tramonto sul Mont Passot: da qui è possibile ammirare i sette laghi sacri di Nosy Be e godervi lo spettacolo mozzafiato del tramonto sull’isola, con un cielo che colora tutto il paesaggio di rosso, un’esperienza magica accompagnata da un aperitivo offerto dal tour operator. Leggende e credenze insegnano che chi regola i destini del mondo vive su quest’altura, di fronte alla quale il sole si inchina ogni sera.

In una sola giornata ci si può fare un'idea dell'isola sempre con la filosofia malgascia del MORA MORA (piano  piano): io ve la consiglio caldamente, vi permetterà di scoprire luoghi e persone fantastiche e di immergervi a pieno nella vita di Nosy Be.


Albero Sacro, Nosy Be. Madagascar

RISERVA NATURALE DI LOKOBE: un tuffo nel Libro della Giungla

Riserva Naturale di Lokobe, Nosy Be, Madagascar

Situata nella parte sud-est dell’isola, la Riserva Naturale di Lokobe, comprende quasi 9km quadrati di foresta ed ospita numerose specie endemiche sia vegetali, come ad esempio alcune particolari palme, sia animali come gufi, serpenti e camaleonti dai colori psichedelici. Ma la vera anima di questa riserva sono i lemuri, che popolano e animano i sentieri del parco intrattenendo i viaggiatori con le loro simpatiche espressioni.

Kayak alla Riserva Naturale di Lokobe, Nosy Be, Madagascar

Arrivata con il minibus al villaggio di pescatori di Ambatozavavy a sud dell’Isola, dopo qualche km a piedi sulla spiaggia (uno spettacolo stupendo caratterizzato dalla bassa marea) mi sono imbarcata su una piroga tradizionale con cui, remando, ho raggiunto la riserva Est di Lokobe passando tra le mangrovie. La pagaiata è lunga e faticosa, vi avviso, ma ne vale assolutamente la pena. Arrivati alla riserva, la guida (specialista in flora e fauna locale) ci ha guidati all’interno della foresta alla scoperta di veri tesori viventi spiegandoci tutte le specie avvistate e condividendo con noi i segreti del luogo.

Riserva naturale di Lokobe, Nosy Be, Madagascar

Ho visto cose splendide, da boa enormi, alle civette, rane minuscole e tanti piccoli lemuri simpaticissimi. Portatevi un cappellino e vestitevi leggeri e con scarpe comode, i sentieri sono impervi, e faceva un caldo pazzesco con un’umidita quasi irreale, idratatevi tanto! Non dimenticate il costume, c’è stato il tempo per fare il bagno in spiaggia, prendere un po' di sole e cercare splendide conchiglie.

Per pranzo ci siamo fermati nella taverna di fronte la spiaggia e abbiamo assaggiato piatti tipici Malgasci: meravigliosi crostacei e tantissimo riso al cocco, di cui io sono follemente innamorata.


NOSY TANIKELY

Nosy Tanikely, Nosy Be, Madagascar

Nosy Tanikely, è una riserva naturale sottomarina protetta che abbiamo raggiunto con la barca del diving in una giornata di immersioni. Qui abbiamo fatto due tuffi splendidi, ottima visibilità, poca profondità ma il fondo è mozzafiato. Coralli, anemoni, tantissimi pesci colorati, murene e tartarughe marine; data la vicinanza alla costa dell’isolotto e la poca profondità, si presta benissimo anche al semplice snorkeling. E’ sufficiente una maschera e un tubo per immergersi in un incredibile acquario a grandezza naturale a soli pochi metri dalla spiaggia.

Faro di Nosy Tanikely, Nosy Be, Madagascar

Per completare l’esplorazione dell’isola vale la pena addentrarsi nella rigogliosa vegetazione e ammirare la foresta abitata da lemuri molto socievoli che vi verranno incontro se chiamati gridando “Maki Maki”, fino a raggiungere il faro su cui potete salire gratuitamente per godervi una spettacolare vista.

La spiaggia è bellissima, e fra un’immersione e l’altra e il pranzo incluso nella giornata, c’è stato il tempo per prendere il sole e fare qualche bagno nell’acqua cristallina e la spiaggia finissima. Consigliatissima anche per i non sub: ci sono ottime escursioni che potete scegliere nei vari tour operator, spesso in combinazione con l’isola Nosy Komba.

Nosy Tanikely, Nosy Be, Madagascar

❀ NOSY SAKATIA: l’isola delle orchide

Nosy Sakatia, Nosy Be, Madagascar

Nosy Sakatia è forse l’isola più autentica di Nosy Be, è molto conservata. Vecchi alberi “flamboyants”, alberi del caffè, pepe, vaniglia, alberi del viaggiatore, ananas, anacardi, manghi, goyaves, eucalipti, rafia, orchidee, piante medicinali e tanto altro. La natura è meravigliosa e tutta da scoprire su quest’isola che potete raggiungere con escursioni organizzate da tour operator o dai beach boys. Noi abbiamo raggiunto questo paradiso a bordo di un catamarano e lungo il tragitto siamo stati fortunatissimi nel vedere un sacco di balene nuotare vicino alla nostra barca. Prima di approdare sull’isola ci siamo fermati a fare snorkeling su una barriera corallina coloratissima e tantissimi pesci e tartarughe giganti.

Giunti sulla spiaggia abbiamo fatto un tour dell’isola e abbiamo pranzato all’ombra delle palme di cocco e ci siamo rilassati su un’isola privata splendida. Una delle più belle che abbia visto in questi giorni: sabbia oro finissima, e un mare cristallino veramente paradisiaco.

Fateci un salto se siete da queste parti, merita davvero.


❀ NOSY IRANJA

Nosy Iranjia, Nosy Be, Madagascar

Nosy Iranja è decisamente l’isola più bella fra le perle di Nosy Be: situata a circa 50 chilometri dalle coste, è composta da due isolotti chiamati rispettivamente Nosy Iranja Be (quella più grande) e Nosy Iranja Kely (quella più piccola), collegati tra di loro da una sinuosa striscia di sabbia, lunga un paio di chilometri, che si rivela soltanto durante la bassa marea.

Quest’isola è Un uno dei luoghi preferiti dalle tartarughe che popolano queste acque, e che scelgono proprio le tranquille spiagge dell’isola per deporre le proprie uova.

Nosy Iranjia, Nosy Be, Madagascar

Noi siamo venuti qui con la barca del diving e ci siamo fermati sull’isola fra un’immersione e l’altra per il pranzo, un giro dell’isola nelle numerose bancarelle locali e per rilassarci qualche ora su queste splendide spiagge. Non perdetevi il paesino di pescatori e il vecchio faro realizzato dal famoso Gustave Eiffel oltre 100 anni fa.

L'isola è grandiosa, sabbia bianca, mare Caraibico-maldiviano non potete assolutamente perdervela.

Nosy Iranjia, Nosy Be, Madagascar

⇢ BEFORE YOU GO:

Clima

Sull’isola la stagione invernale parte da luglio fino a settembre. Il clima, il resto dell’anno, è tropicale; solitamente consigliano quindi di andare nel periodo che va da Gennaio ad Aprile: noi a fine Settembre non abbiamo mai beccato neanche una giornata di pioggia, ha fatto qualche acquazzone di notte ma non ce ne siamo quasi accorti. Per il resto sempre caldissimo sui 30-35°, la sera portavo la giacca solo sul tuc-tuc.


Visto: per quel che riguarda il visto, se state organizzando un viaggio fai da te, vi consiglio di affidarvi a un’agenzia che si occupi di tutte queste scartoffie per voi e vi permetta di risparmiare tempo..

L’agenzia iVisa.com fornisce documenti di viaggio online come i visti per l’ingresso a paesi di tutto il mondo (ma anche moduli di dichiarazione sanitaria, documenti dell'ambasciata, foto del passaporto, rinnovi del passaporto, carte turistiche e altri documenti di viaggio). Il sito è sicuro e protetto, il servizio veloce ed efficiente, e il team è esperto e reperibile 24 ore su 24 per qualsiasi necessità. Affidarvi ad iVisa.com vi permetterà di concentrarvi totalmente sul vostro viaggio senza perdere tempo e faticare con la burocrazia, oltre che permettervi di partire tranquilli del fatto che non ci saranno intoppi una volta a destinazione. Cliccate qui per accedere direttamente alla pagina per richiedere visti e documenti di viaggio.

Vaccinazioni: non è obbligatoria alcuna vaccinazione. Noi, per scrupolo, prima di partire abbiamo preso appuntamento all’Ufficio Igiene nell’ambulatorio viaggi internazionali: la visita è gratuita, l’infermiera ti chiede la destinazione e controlla le varie vaccinazioni obbligatorie e consigliate, paghi solo se decidi di farla. A noi hanno consigliato la profilassi antimalarica, il tifo e la vaccinazione contro l’epatite A (più per il fatto che non eravamo in un villaggio turistico). Abbiamo fatto tifo (delle compresse enormi che danno un mal di stomaco infernale) e l’iniezione contro l’epatite A.

Mercato di Hell-ville, Nosy Be, Madagascar

Consigli da infermiera: con il senno di poi, per esperienze vissute in prima persona, consiglio vivamente di iniziare un trattamento con fermenti lattici prima di partire e continuare durante tutto il soggiorno. Non scordatevi antidiarroici e farmaci per nausea e vomito come il plasil, e se riuscite anche il Rifacol, un antibiotico specifico intestinale. State attenti a quello che mangia, se potete evitate l’acqua corrente e non sigillata, e cibi crudi; non prendetevi rischi inutili perché le strutture sanitarie non hanno gli standard europei.

Fuso Orario: + 2 ore quando in Italia è in vigore l’orario solare e + 1 ora quando in Italia è in vigore l’orario legale.

Moneta: la moneta locale è l’Ariary (MGA): 1 Euro = 3.450 MGA ma accettano anche i dollari americani.

Lingua: la lingua ufficiale è il malgascio; il francese è conosciuto solo nelle città; la lingua italiana e inglese viene parlata solo da alcune guide e dal personale di alcuni hotel.

N.B.: all'arrivo in aeroporto incontrerete sia ufficiali che ti obbligano a lasciare la mancia ad ogni passaggio dell'aeroporto (visto del passaporto, controllo del bagaglio ecc.): noi non abbiamo lasciato nulla, ad ogni modo siate preparati con dei contanti e monete. Anche i ragazzi del luogo vi chiederanno la mancia per caricarvi le valigie.

Vi chiederanno tutti di cambiare le monete in pezzi di carta, perché le banche non le accettano.


Ci sono tantissimi bambini quindi se potete portate da casa pennarelli, colori, quaderni, astucci e vestiti da bambini che non utilizzate più da lasciare nelle scuole.


Diving in Nosy Be, Madagascar

320 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti