• Vanessa Valenti

Cosa e dove mangiare a Budapest: Street Food e Cafè, le tappe obbligatorie!

Aggiornamento: 6 feb

Se avete già letto la mia guida di Budapest, ora non vi resta che pregustare le delizie che assaggerete una volta là e fare una lista di cosa non potete assolutamente perdervi.

Per quanto riguarda la tradizione culinaria Budapest è un mix unico, con influenze tedesche, ottomane, balcaniche e tipiche ungheresi. Street food, Cafè, goulash, kebab e tantissimo altro ancora: l’offerta culinaria di Budapest è molto infinita. La città è piena di locali di tutti i tipi e di tutte le fasce di prezzo, lasciandovi l’imbarazzo della scelta. Ma vediamo i cibi assolutamente da provare, e i locali imperdibili nel vostro viaggio a Budapest.


Chimney Cake, Budapest Christmas Market, Budapest

LÁNGOS

Langos, la pizza fritta Ungherese

Il Lángos è un antico piatto tradizionale ungherese che prende il nome da láng, la parola ungherese per fiamma, perché in antichità veniva cucinato davanti al camino in mattoni, vicino al fuoco. Si tratta di un impasto fatto con latte o acqua, fatina, lievito e sale, in pratica lo stesso impasto della pizza, solo che non viene più cotto in forno ma fritto. Viene servito freddo o caldo, coperto da panna scida e formaggio di capra, prosciutto o salsiccia, o più semplicemente senza nulla, con solo un pò di aglio sopra. Si tratta di un piatto povero, molto economico, che troverete in ogni street food o mercatino natalizio in città. Noi l’abbiamo assaggiato al Karaván Street Food in versione hamburger, al posto del pane ed era eccezionale: non troppo unto ne pesante, davvero gustoso, super consigliato!


GOULASH - Goulyás

Goulash in crosta di pane, Budapest, Ungheria

Il Goulash è il famosissimo piatto tradizionale ungherese composto di una ricca e densa zuppa di carne, patate, verdure e speziato con tanta Paprika (che troverete in ogni angolo della città, e anche un’ottima idea come souvenir diverso dal solito). Lo troverete a base di carne di agnello o manzo, e viene solitamente servito dentro una grande pagnotta svuotata. E’ decisamente uno dei miei piatti preferiti, per cui l’ho ordinato un paio di volte nonostante siamo rimasti solo tre giorni: è davvero immancabile durante una vacanza a Budapest.


CHIMNEY CAKE - Kurtlskalacs

Chimney Cake in Budapest, Ungheria

Ed eccoci finalmente alla mia parte preferita del viaggio a Budapest: i Chimney Cake. La prima volta che li ho assaggiati è stato sempre in questa città, con i miei genitori, e da allora, ogni volta che li vedo, in qualsiasi parte del mondo io sia, non posso fare a meno di prenderli. Questo tipico dolce viene cotto su una specie di mattarello di legno cosparso di zucchero di canna che ruota lentamente sul fuoco, e lo troverete letteralmente in ogni angolo della città, street food e mercatino natalizio, a circa 1050-1500 HUF. L’impasto è molto semplice: farina, latte, burro, zucchero, uova e lievito; bisogna lavorarlo molte ore e lasciarlo poi lievitare. La Chimney Cake può essere semplice, alla vaniglia, o riempita con cioccolato qualsiasi cosa voi vogliate, dalla nutella al gelato. Io lo prendo sempre semplice, alla vaniglia, perchè adoro gustarne il sapore, è davvero buonissima, decisamente uno dei miei dolci preferiti: in 3 giorni a Budapest ne abbiamo presi almeno 6!


Kebab in Budapest, Ungheria

KEBAB

La prima cosa che sicuramente vi verrà in mente è: "che cosa centra il Kebab con Budapest?", e invece sì. Ho passato tre giorni a ripetere a Enrico di quanto ancora io mi ricordassi del kebab mangiato a Capodanno a Budapest con i miei genitori, uno dei più buoni che io abbia mai sentito. Grazie all'occupazione dei turchi, l'influenza ottomana a Budapest è ben radicata, soprattutto a livello culinario. Qui potrete davvero gustare eccellenti kebab, un ottimo cibo low-cost, e trovarli in ogni angolo della città. Provate e poi mi direte, sono sicura che non rimarrete delusi.


Street Food, Cafè e ristoranti da non perdere a Budapest


New York Cafè, Budapest, Ungheria

New York Cafè

A pochi metri dal nostro hotel si trova il New York Cafè, costruito tra il 1891 e il 1895 in un eclettico stile italiano rinascimentale con tocchi gotici; dopo la seconda guerra mondiale cadde in rovina ma dal 2006 i nuovi proprietari del locale hanno fatto numerosi sforzi per riconquistare la vecchia patina e il suo originale splendore. E’ stato definito il cafè più bello del mondo e merita davvero una visita, anche senza consumare, perchè vi devo avvisare: non è decisamente un posto low-cost, i prezzi sono altissimi, un cappuccino vi costerà circa 10€. Facciamo quindi uno strappo alla regola del low-budget perché davvero è eccezionale.

Cafè Gerbeaud

Cafè Gerbeaud, Budapest, Ungheria

In pieno centro a Buda, a Vörösmarty Tèr, si trova una delle più belle e antiche caffetterie-pasticcerie della città, il Café Gerbeaud, situato in uno splendido palazzo che da sulla piazza. L’azienda fu fondata nel 1858 da Henrik Kugler e il locale fu aperto nel 1870. L’interno è costituito da diverse sale grandi ed eleganti, che creano un’atmosfera d’altri tempi. La consumazione è obbligatoria al tavolo, e generalmente c’è un po’ di fila da fare, ma all’interno troverete famosissime e deliziosi dolcetti e spettacolari torte. Durante il periodo natalizio, davanti al cafè troverete il mercatino di Natale, e uno splendido spettacolo di luci sulla facciata del palazzo.


Szimpla Kert

Szimpla Kert ruin pub, Budapest, Ungheria

Il Szimpla Kert è un romkocsma (in ungherese), ovvero un ruin pub realizzato all’interno di una fabbrica abbandonata. I ruin bar sono il simbolo di Budapest, realizzati all’interno di palazzi e spazi abbandonati. L’idea nasce inizialmente dall’occupazione (più o meno illegale) di questi locali da parte di gruppi di giovani che decisero prima di occuparli e poi riqualificarli con oggetti e materiali riciclati e stravaganze varie creando così dei luoghi che col passare degli anni sono diventati dei veri e propri must a Budapest. ​​ Lo Szimpla Kert è stato il primo ruin pub di Budapest e per questo il più famoso e il più frequentato. Fortunatamente Szimpla Kert si trovava a pochi minuti a piedi dal nostro hotel perche ci siamo andati per due sere di fila: i locali sono spettacolari, super particolari, coloratissimi e stravaganti, io me ne sono innamorata! Lo abbiamo esplorato in lungo e in largo, e la prima sera siamo anche riusciti ad assistere ad un concerto di musica live. Ero molto indecisa se inserire lo Szimpla Kert fra le attrazioni da visitare o qui nella lista dei posti dove bere o mangiare, perchè merita una visita indipendentemente da che voi vogliate fermarvici per bere qualcosa. E’ davvero spettacolare e unico, una tappa obbligatoria a Budapest. Se avete fame vi consiglio di spostarvi a fianco, al Karavan Street Food.


Karaván Street Food

Il Karaván Street Food si trova a fianco al Szimpla Kert, perfetto anche per riempirsi la pancia fra un drink e l'altro, e probabilmente è il posto dove abbiamo mangiato meglio nella nostra vacanza a Budapest. È senza ombra di dubbio lo street food per eccellenza di Budapest, con varie bancarelle ed una vasta selezione, in un ambiente giovanile, semplice e divertente, il tutto all’aperto. Hamburger, le tipiche salsicce, Goulash o Langos, oltre che i famosissimi Chimney Cake. Ottimo cibo a un prezzo eccellente: noi abbiamo cenato con 16€ in due per due langos burger e due bibite.


360° BAR - Igloo Garden

360 BAR - Roof Top Garden Budapest, Ungheria

Se state cercando un locale per ricaricare un po’ le energie, bere e smangiucchiare qualcosa e ripararvi dal gelido clima di Budapest, il Rooftop 360 è un’ottima alternativa. Sì, non è il classico ristorante/locale ungherese, ma è uno dei pochi luoghi della capitale in cui bere qualcosa con una vista mozzafiato sull’intera città. Si tratta in infatti di un Rooftop bar in pieno centro, sviluppato su una serie di deliziose bolle riscaldate, in cui bere e mangiare godendosi il panorama dall’alto. Io avevo prenotato dall’Italia un paio di settimane prima della partenza, scegliendo indicativamente l’orario di pranzo. Il posto apre alle 14 e offre slot di due ore per prenotazione, senza pagamento in anticipo. L’idea iniziale era di farci un salto per bere qualcosa, riposarci un’oretta e riscaldarci, ma alla fine ci abbiamo anche pranzato e devo dire che abbiamo sia mangiato bene che speso poco. Abbiamo ordinato due Vin Brulè, squisiti e molto speziati, un Goulash servito tradizionalmente dentro una pagnotta e un Mac and Cheese spendendo 15€ a testa.



Mercatini di Natale di Budapest

I mercatini di Natale sono un’ottima meta per una passeggiata e una merenda al volo in strada, magari sorseggiando una cioccolata calda o una tazza di Vin Brulè, ma non ve li consiglio per pranzare o cenare, in quanto non sono ad ottimo mercato. Sono pieni di stand in cui troverete distese di cibo invitantissimo, con cui potrete farvi riempire il piatto quanto volete, ma attenzione: non c’è scritto il prezzo nelle varie pietanze, per cui attenti a non fare come noi che ci siamo decisamente fatti prendere dall'ingordigia e abbiamo speso 34€ per due piatti molto unti e decisamente esagerati. Dopo esserci fatti fregare una volta, ci siamo sempre limitati ai Chimney Cake, rigorosamente a qualsiasi ora del giorno.



Se state organizzando il vostro viaggio a Budapest, cliccate qui per scoprire il nostro diario di viaggio di questa splendida città e trovare qualche informazione utile per pianificare al meglio il vostro viaggio low-cost nella capitale ungherese.

290 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti