• Vanessa Valenti

Cosa mangiare a Barcellona: i piatti tipici e dove trovarli!

Aggiornamento: 21 giu

Barcellona è una città viva, colorata e frizzante e noi l'abbiamo esplorata a fondo con il nostro itinerario di 3 giorni - Barcellona - itinerario di 3 giorni per scoprire questa vibrante città spagnolaCosa mangiare a Barcellona - e siamo andati alla scoperta delle meraviglie di Antoni Gaudí - La Barcellona di Antoni Gaudí - uno splendido viaggio all'insegna dell'architettura modernista. Ma è ora che viene il bello.. partiamo con un delizioso tour culinario tra i sapori catalani, non rimarrete delusa! Uno dei motivi principali per cui non vedevo l'ora di tornare a Barcellona era proprio il suo cibo squisito. Paella, tapas, sangria e crema catalana.. sono solo alcune delle prelibatezze da gustare a Barcellona. Scopriamole insieme e vediamo dove trovarle!

Cosa mangiare a Barcellona

Paella. Barcellona, Spagna
  • Paella: la Paella è forse il piatto spagnolo più conosciuto all’estero, uno di quelli che non puoi non assaggiare se vai in Spagna! Ci sono infinite versioni da assaggiare e a Barcellona è deliziosa, ovunque la mangiate. Il suo nome deriva dalla padella che si usa per cucinarla e servirla, mentre le sue origini risalgono al medioevo, quando i servitori delle corti arabe in una zona vicino a Valencia (città in cui è nata) mischiarono gli avanzi dei banchetti reali con il riso. Fra le varie versioni troviamo la marescus (ai frutti di mare), la valenciana (è l’originale con carne e verdure), la catalana (mista di carne e pesce), o quella paella vegetariana. Se volete assaggiarla tenete conto che in tutti i locali viene preparata minimo per due persone, che ha un tempo di cottura di 20-25 minuti (per cui ordinate qualche tapas nell’attesa) e fate attenzione ai prezzi: solitamente quelli riportati sul menù si riferiscono a persona. Ultimo consiglio se siete alla ricerca di un’ottima Paella: evitate La Rambla, è una trappola per turisti (spenderete tanto e non sarà di qualità), spostatevi piuttosto in Barceloneta.

Arroz Negre, Barcellona, Spagna
  • Arroz: l’arroz è la variante catalana della classica paella e si tratta di una versione più "risottata" della ricetta originale, arricchita con pesce. Le versioni più famose sono quelle "a banda" o "negre", all'insolito sapore di nero di seppia. Le principali differenze rispetto alla paella le troviamo nella consistenza (l’arròz è più cremoso), nella presenza di aglio e cipolla e nel condimento che è esclusivamente a base di pesce.

  • Tapas: le tapas o tapa sono piccoli stuzzichini famosissimi in Spagna, perfetti come aperitivi o antipasti, anche se spesso divengono una cena vera e propria. Gli spagnoli usano addirittura fare il giro dei vari locali, assaggiando tapa in ognuno di essi. Ci sono davvero un’infinita varietà di gusti: dalle patatas bravas (patate tagliate a cubetti grandi), al pinchito moruno (uno spiedino di carne tagliato a pezzettini piccoli), il pescaito frito (pesciolini piccoli fritti), i chipirones (mini calamari fritti).

  • Pa amb Tomaquèt (pan con tomate): a Barcellona e nella cucina catalana è un’istituzione. Si tratta semplicemente di pane (pa de pages, pane rustico, oppure il pa de coca o de cristal, ovvero un pane sottile e croccante con poca mollica) con il pomodoro spremuto e olio extra vergine d’oliva. Ricorda molto le bruschette: semplici ma deliziose! Un aperitivo o cena a base di tapas non può dirsi tale senza il pa amb tomaquet, che accompagna perfettamente i formaggi o il famoso Jamon Iberico, prosciutto tipico della cucina spagnola.

  • Allioli: l’allioli (da noi conosciuta come aioli) è una delle salse più famose che potrete assaggiare a Barcellona e viene usata come accompagnamento imprescindibile ad ogni pasto. E’ una salsa a base di aglio e olio d’oliva che troverete su vari piatti come il baccalà (brandada de bacallà), coniglio, carni alla brace, patate, riso (arròs a banda) o, più semplicemente sul pane tostato. A noi è stata servita praticamente ad ogni pasto come entrè insieme al pane tostato e alle olive! Troppo buona!

  • Crema catalana: non potete andare a Barcellona senza aver assaggiato questo delizioso dolce. I catalani ritengono sia una loro invenzione (di alcune monache catalane) e che sia l’antenata della crème brûlée francese. La differenza è che la crema catalana è cotta sul fuoco, mentre la brûlée a bagnomaria. La ricetta (simile alla crema pasticcera) prevede latte, tuorli d’uovo, zucchero, scorza di limone e arancia, cannella; la base è soffice e cremosa, mentre sopra c’è una croccante crosticina di zucchero caramellato.

Churros con caramello, Barcellona, Spagna
  • Churros: sono dolci dalla forma allungata simili a bastoncini, preparati con una pastella (di burro, farina e uova) fritta in olio bollente e poi cosparsa di zucchero; il risultato sono dei dolci succulenti che ricordano il sapore dei nostri bomboloni e vanno mangiati caldi… possibilmente inzuppati dentro la cioccolata, ma io vi consiglio la variante accompagnata dal caramello o dulce de leche! I churros non sono solo tipici della Catalogna ma di tutta la Spagna e si trovano un po’ ovunque in giro: dai chioschi per strada ai bar più raffinati fino ai banchetti nei luna park e nelle feste locali.

Sangria bianca, Barcellona, Spagna
  • Sangria: la Sangria è una dei simboli della Spagna, non potete assolutamente non provarla! Ne esistono svariate versioni, quella con il vino rosso, quella con il cava (il nostro prosecco) e quella con il rosato. Il termine “sangria” deriva proprio dal termine “sangre”, cioè “sangue”, nome attribuitole per via della colorazione rosso vivo della ricetta originale. Noi amiamo quella bianca, ma ognuno ha i suoi gusti! Io vi consiglio di provarla in tutte le sue versioni! Comunque la preferiate, la Sangria vi farà assaporare clima caliente e fiestero che si vive a Barcellona. Grazie alla presenza di frutta all’interno, con la sua freschezza e il suo sapore dolce si presta benissimo per l’aperitivo, da accompagnare a qualche tapas ma anche a cena.

Dove mangiare a Barcellona

  • La Lolita

La Lolita è uno splendido locale situato sulla Rambla de Catalunya, dove troverete tantissimi ristoranti. Noi ci siamo fatti attrarre dai colori e dall’ambiente invitante e divertente. Il ristorante è bellissimo, qui troverete una cucina spagnola abbastanza semplice, con i principali piatti tipici catalani.

Noi abbiamo scelto di cenare con un mix di tapas, tutte buonissime: papas bravas, una tortilla de patatas, un misto di crocchette assortite, huevos rotos con jamon e il classico pan con tomate, il tutto accompagnato da due birre medie, per un totale di 39€.


  • Casa del Molinero

Casa del Molinero, Barcellona, Spagna

La Casa del Molinero è una taverna situata nel Barri Gòtic, non distante dalla Barceloneta. E’ uno dei locali più famosi di Barcellona, molto alla buona, ma ne vale decisamente la pena. Si tratta di un ristornate decisamente caratteristico dove potrete assaggiare tantissime tapas spendendo davvero poco! Lo staff è super carico e alla mano, non vedono l’ora di farsi un goccio insieme a voi! Noi abbiamo ordinato il pan con tomate (immancabile), una ensalada de tomate y ventresca, una tortilla al cabrales (una rivisitazione della classica tortilla de patatas, servita con un formaggio di capra), un piccolo tagliere di jamon serrano davvero eccezionale e due birre medie per un totale di 29.25€. Se siete a Barcellona non potete non passare da qui, ma ricordatevi che non prendono prenotazioni ed è sempre pienissimo!

  • La Lola

La Lola è un ristorante situato sul roof top dell’Arenas de Barcelona, dove ci siamo fermati per pranzo prima di dirigerci verso l’aeroporto al ritorno: proprio davanti al centro commerciale, infatti, si trovata la fermata dell’aerobus.

Abbiamo mangiato con una splendida vista sulla città dall’alto gustando la nostra ultima paella (mixta ovviamente), e nell’attesa ne abbiamo approfittate per un’ultima porzione di papas bravas e pan con tornate; per terminare una crema catalana. Abbiamo speso 56€ con anche tre birre medie.

  • Bodega Vasconia

Bodega Vasconia è una piccola taverna nel Barri Gòtic che abbiamo scoperto per caso fra i vicoletti della Ciutat Vella. Anche qui niente prenotazione, ma con un po’ di pazienza siamo riusciti a trovare un tavolino per due.

Qui la specialità è sicuramente il pesce e ne abbiamo quindi approfittato per una paella de mariscos che ancora non avevamo assaggiato!


I Mercati di Barcellona

  • La Boqueria

Mercat de la Boqueria, Barcellona, Spagna

Il Mercato della Boqueria è una delle attrazioni più famose e visitate di Barcellona, situato sulla Rambla: qui potrete trovare tanti tapas bar e banchette di prodotti tipici che vi offriranno l’imbarazzo della scelta. Nei tapas bar potrete mangiare sul posto seduti in sgabelli ai banconi, altrimenti potrete fare tanti assaggi da diverse banchette provando varie delizie: dal prosciutti tipici, alle papas bravas.

Una volta qui non potrete assolutamente andarvene senza aver assaggiato i tipici frullati di frutta e le coloratissime confezioni di frutta tagliata già pronta per essere mangiata: è l’ideale per dissetarsi e rinfrescarvi nelle giornate calde in città e sono deliziosi!

Mercat de la Boqueria, Barcellona, Spagna

Troverete il mercato aperto da lunedì a sabato, dalle 8 alle 20:30.ma solo alcune bancarelle sono aperte durante tutto il giorno. La maggior parte è aperta dalle 8:00 alle 14:00 durante la settimana e fino alle 18:00 il venerdì e sabato. Il momento migliore per visitare il mercato della Boqueria è al mattino, orario in cui il mercato lavora a pieno regime, ma anche l’ora di pranzo è un buon momento perché potete approfittarne per mangiare qui, anche se parecchio affollato. Noi amiamo i mercati, e questo è un vero e proprio must: ne abbiamo approfittato per pranzare provando un po’ di tutto passeggiando, senza spendere tanto!

Io vi consiglio vivamente di provare il jamon serrano e alcuni formaggi, deliziosi, ma anche le empanadas, la frutta e il pesce. Praticamente abbiamo assaggiato un po’ di tutto!


  • Mercat de Santa Caterina

Il mercato di Santa Caterina è una versione un po’ più piccola e meno conosciuta de la Boqueria, situato nella Ciutat Vella, ma altrettanto affascinante e meritevole di una visita. Anche qui i consigli sono li stessi: passate la mattina o in orario di pranzo per provare un po’ di tutto ad ottimi prezzi passeggiando per le bancarelle. Se preferite potete anche fermarvi in uno dei Tapas Bar, ma noi vi consigliamo di girare e fare un bel tour culinario.

Il mercato di Santa Caterina è caratterizzato dal suo tetto decorato con un mosaico colorato, che riprende i colori della frutta e della verdura ma allo stesso tempo, è un omaggio a Gaudì: il motivo riprende infatti i mosaici colorati che si trovano in molte delle sue opere.

Gli orari del Mercato di Santa Caterina cambiano a seconda dei giorni:

  • Lunedì, Mercoledì e Sabato: 7:30 - 15:30

  • Martedì, Giovedì e Venerdì: 7:30 - 20:30

Durante l’estate, gli orari possono cambiare: meglio controllare le aperture aggiornate sul sito ufficiale.

  • Port Vell Food Market

Il Port Vell Food Market è un mercatino allestito a Port Vell, ed è uno di quei mercati di prelibatezze locali che trovate solo nei weekend. Niente a che vedere con il Mercat de la Boqueria o quello de Santa Caterina, ma ci ha garantito una bella passeggiata al ritorno dalla Barceloneta all’insegna di deliziosi profumi. Infatti ci siamo decisamente fatti tentare e abbiamo mangiato degli ottimi churros con il caramello (8€). Se ci capitate nel weekend merita decisamente farci un salto, magari andando o tornando dalla spiaggia: è l’ideale per uno spuntino a metà giornata!


Chiringuitos in Barceloneta

Chiringuitos in Barceloneta, Barcellona, Spagna

Pensando a un Chiringuito vi verrà in mente un rustico chiosco in legno sulla spiaggia dove trovare bibite e qualche snack: bhe, a Barcellona non ne troverete. I Chiringuitos in Barceloneta si sono decisamente evoluti e sono diventati locali sofisticati in cui troverete veri e propri menu che offrono anche pasti completi e una miriade di cocktails. Quelli situati sulla spiaggia verso la Vela hanno sono un po’ più simili ai classici Chiringuitos, mentre sotto la Vela sono ormai dei veri ristoranti, ma che si prestano benissimo anche per un semplice cocktail, un’ottima sangria e per stuzzicare qualche tapas. Di fatto, restano il posto ideale per godersi uno splendido tramonto dopo una giornata in spiaggia. Li troverete aperti da Aprile a fine Ottobre.

Quelli sulla spiaggia erano pienissimi quando ci siamo andati noi, per cui abbiamo proseguito fino alla Vela fermandoci al Chiringuito Pez Vela. Il locale è splendido, molto particolare, merita davvero, ma sicuramente non è a buon mercato: una caraffa di sangria bianca e qualche stuzzichino ci è costata 20€!


Locali a Barcellona

Barcellona è una città viva, giovanile e piena di possibilità se si tratta di divertirsi e di vita notturna. Le migliori zone dove recarsi per aperitivi o dopo cena per bere qualcosa sono sicuramente Plaça Reial, una splendida piazzetta piena di locali, anche se forse un po’ troppo turistica per noi, La Ribera - El Born e Barceloneta.

In questi ultimi due quartieri troverete tantissimi barettini e localini dove gustare ottimi drink, sangria e qualche tapas.

Uno dei miei preferiti è sicuramente il Sincopa, nel Barri Gòtic: ci siamo passati davanti per caso rientrando verso l’hotel dopo cena e ci siamo fermati attratti dai colori del locale. Il posto è coloratissimo e molto particolare, piccolino, ma frequentato soprattutto da locali. Hanno dei drink molto interessanti e alternativi, dovete assolutamente provarne qualcuno! Ottimo rapporto qualità prezzo ed ideale per un drink dopo cena!


Ora che sapete come e dove riempirvi la pancia a Barcellona, è ora di organizzare l'itinerario del vostro viaggio in città: io ve ne propongo uno da 3 giorni, più che sufficienti per esplorare bene il centro e le principali attrazioni - Barcellona - itinerario di 3 giorni per scoprire questa vibrante città spagnola.

Se volete saperne di più delle meravigliose opere di Antoni Gaudí (Casa Battló, La Pedrera - Casa Milà, Palau Güell, la Sagrada Família e Parc Güell) vi rimando al post dedicato alla Barcellona di Antoni Gaudí - La Barcellona di Antoni Gaudí.

Se invece state ancora organizzando il viaggio e avete bisogno di informazioni pratiche come dove alloggiare, come muoversi a Barcellona o di consigli utili su come risparmiare, ecco qui il post che fa per voi - Organizzare un weekend a Barcellona: consigli utili e trucchi per viaggiare low-cost


¡Hasta pronto!


103 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti