• Vanessa Valenti

Algarve: Portogallo on the road pt. 3

Aggiornamento: 24 set

L’Algarve è la regione a sud del Portogallo, un posto unico grazie ai suoi 150km di costa che danno sull’Oceano Atlantico. Molti dei siti naturali sono aree protette e rientrano nel patrimonio mondiale dell’UNESCO: bellissime spiagge dalla sabbia fina e dorata, acqua cristallina anche se bella fredda, alte falesie, tramonti mozzafiato sul mare, parchi e riserve naturali, queste sono solo alcune delle meraviglie che scoprirete se proseguirete la vostra vacanza con noi verso sud.

L’Algarve è caratterizzato da un clima mite che lo rende ideale da visitare in ogni periodo dell’anno: lunghe estati calde si alternano a primavere ed autunni piacevoli, sebbene imprevedibili per quanto riguarda le condizioni meteorologiche. Le piogge sono sempre piuttosto scarse e le temperature massime oscillano fra i 30 gradi in estate e i 16 durante l’inverno. La stagione turistica per eccellenza inizia ad aprile e prosegue fino alla fine di ottobre; per chi è in cerca di tranquillità i mesi migliori sono giugno e settembre, tra luglio e agosto infatti è piuttosto affollato di turisti.

Praias dos Tres Irmaos, Algarve, Portogallo
Praia dos Tres Irmaos

Ma riprendiamo il nostro viaggio on the road, ormai giunti verso il termine. Per riprendere il nostro viaggio dall’inizio clicca qui per la prima parte (Porto e Coimbra), clicca qui per la seconda (Lisbona e Sintra).


Giovedì 01.07

Vila Nova de Milfontes - Cabo de Sao Vincentes

Ci siamo lasciati a Lisbona: dopo una mattinata all’insegna degli ultimi giri in centro, abbiamo recuperato le valigie e con l’autobus ci siamo diretti all'aeroporto per recuperare l’auto che avevamo noleggiato (se ti servono info su mezzi e noleggio auto scopri l’articolo dedicato).


Ritirato il nostro bolide siamo partiti alla volta dell’Algarve, attraversando l'Alentejo, una regione del Portogallo tra Lisbona e l'Algarve, con un ricco patrimonio storico e considerata una delle zone più autentiche del paese.

Dopo circa due ore di viaggio dalla partenza siamo giunti a Vila Nova de Milfontes, dove ci siamo fermati per sgranchire un pò le gambe e pranzare, anche se un po’ in ritardo. Vila Nova de Milfontes è località che sorge nel cuore della costa dell’Alentejo, sull’estuario del fiume Mira. In estate è sempre affollata, mentre fuori della stagione estiva rivela il proprio carattere portoghese e vi permetterà di godervela in tranquillità. La cittadina è deliziosa: piccolina, ma molto tipica, con colori caldi e piccole stradine ricche di negozietti e posticini invitanti dove mangiare. Noi abbiamo pranzato a Ca Piramin, qualche panino, un’insalata e due immancabili birre per rinfrescarci (il caldo iniziava a farsi sentire scendendo verso sud) e poi una breve passeggiata per le viuzze fino alla spiaggia: qui abbiamo trovato sabbia dorata e un mare cristallino e davvero poca gente. Purtroppo non ci siamo fermati a lungo perchè volevamo arrivare in tempo a Sud per vedere il tramonto. Se riuscite a fare rientrare una sosta più lunga a Milfontes, questa zona offre la possibilità di svolgere numerose attività: le onde sono ideali per fare surf e ci sono numerosi percorsi escursionistici e ciclabili lungo la costa.


Ceramica Paraiso Mo Algarve, Portogallo

Ripartiti verso sud alla volta di Cabo de Sao Vicentes, Enri ha ceduto alle mie suppliche e abbiamo fatto una capatina a Ceramica Paraiso Mo Algarve, appena in tempo prima dell’orario di chiusura. Si tratta di un gigantesco negozio di artigianato in ceramica proprio sulla strada verso Cabo. Se ci passate dovete assolutamente fermarvi. L’esterno ricco di ceramiche incollate ai muri, creando uno spettacolo pittoresco e coloratissimo, che comunque non regge il confronto con quello che troverete dentro. Se siete amanti di ceramiche e cianfrusaglie, questo è il posto per voi: io avrei comprato tutto ma Enri me l’ha impedito perchè avevamo poco spazio nelle valigie.


Dopo aver comprato solo due sottobicchieri, ci siamo rimessi in viaggio verso Cabo de Sao Vincentes, posizionato su una scogliera ripida all’estremità sud-occidentale del Portogallo, finis terrae che sfida la potenza dell’Oceano. Lo spettacolo è mozzafiato, davvero, e fortunatamente siamo riusciti ad arrivare in tempo per il tramonto, decisamente il momento migliore per visitare il luogo. Nelle mie ricerche pre-viaggio avevo letto che si tratta di una località molto ventosa, per cui avevamo qualche felpa alla mano..per fortuna! Dire che tira vento è davvero poco: è il posto più ventoso in cui ci siamo imbattuti in tutto il viaggio: era freddissimo e quasi portava via. Ma comunque valeva la pena per lo spettacolo. Nell’attesa potrete visitare anche l’ex convento e bere qualcosa nel barettino all’interno, da dove potete anche godervi il tramonto, altrimenti, come abbiamo fatto noi, portatevi qualche birra e snack e arrangiate un pic-nic improvvisato sulla scogliera.

Ormai calato il sole siamo saltati di nuovo in macchina alla volta di Lagos, dove abbiamo alloggiato per due notti come base per le escursioni del giorno.


Venerdì 02.07

Burgau - Praia dos Tres Irmaos - Praia Dona Ana - Lagos

Burgau, Happy Place, Algarve, Portogallo

Venerdì mattina, dopo un bel sonno ristoratore, ci siamo diretti a Burgau, verso ovest. Burgau è sempre stato villaggio di pescatori, ma ora vive quasi interamente sul turismo. La sua attrazione più importante è la piccola spiaggia (Praia de Burgau) circondata da colline che la proteggono dal forte vento di Barlavento, ed dominata dal forte di Burgau. Lasciatevelo dire, è una vera chicca, una piccola e deliziosa Santorini, coloratissima, merita assolutamente una tappa. Noi ci siamo addentrati nel centro, godendoci le viuzze e gli edifici in pieno stile mediterraneo, per finire un paio d’ore a Praia de Burgau, una lunga spiaggia di sabbia dorata e finissima con acqua azzurrissima. Qui ho fatto il mio primo bagno nell’oceano e devo dire che l’acqua sì, è freddissima, ma pensavo mooolto di più, assolutamente fattibile.


Praia Dos Tres Irmaos, Algarve, Portogallo

Prima di pranzo ci siamo spostati verso est a Praia dos Tres Irmaos, nella zona di Porimão, a mio gusto la più bella di tutte e una delle meno affollate. Letteralmente significa spiaggia dei tre fratelli, ed è famosa per le formazioni rocciose e le numerose grotte da esplorare. L’acqua è meravigliosa, azzurrissima, quasi trasparente, e risente molto della marea durante la giornata: l’ideale è andarci la mattina. Noi ci siamo sistemati verso sinistra perchè c’era meno gente e ci siamo divertiti ad esplorare le rocce e le grotte che portano a delle calette deserte mozzafiato. Se vi dovesse servire invece, sulla destra troverete un piccolo bar, altrimenti ricordatevi di portare qualcosa per mangiare e bere: la strada per la macchina non è cortissima: per raggiungere le spiaggette ci vogliono una decina di minuti a piedi, e ricordatevi di scendere con delle scarpe da ginnastica.


Qualche ora prima del tramonto ci siamo avvicinati verso Lagos, facendo tappa a Praia Dona Ana, situata tra le scogliere calcaree del promontorio di Ponta da Piedade. La spiaggia di per se è molto bella e comodissima: dispone di un parcheggio adiacente con i bagni pubblici, bar e vi consentirà di scegliere una zona attrezzata ma purtroppo quando siamo andati noi c’erano moltissime alghe con annesse mosche e tanto cattivo odore. Siamo rimasti un’oretta e mezza e poi abbiamo raggiunto Ponta da Piedade. Si tratta di un promontorio calcareo le cui scogliere dorata scendono a picco sull’acqua permettendovi di godere di una vista mozzafiata. Ci sono due modi per visitare il posto: scendere le scalinate per raggiungere le grotte oppure via mare con delle piccole imbarcazioni. Noi abbiamo fatto una passeggiata e siamo scesi con le scale nelle piccole grotte: splendide! Assolutamente imperdibile.


Dopo il tramonto siamo rientrati in appartamento, ci siamo sistemati e siamo usciti a piedi alla volta del centro di Lagos per cena. Lagos è una piacevole cittadina, molto tranquilla quando ci siamo stati noi, facilmente visitabile a piedi: Il centro storico è noto per la sua architettura tradizionale e per le sue case pittoresche, tipiche della regione. Dopo un gran girare abbiamo scelto casualmente la Taberna da Mo (per saperne di più su cosa e dove mangiare in Algarve, clicca qui). Dopo cena, se non siete troppo stanchi, Lagos offre tantissimi localini per bere qualche drink e musica. Noi eravamo cotti, e dopo una passeggiata siamo rientrati verso l’appartamento.


Sabato 03.07

Grotte di Benagil - Praia das Fontainhas - Albufeira - Praia Sao Rafael

Grotte di Benagil, Algarve, Portogallo

Sabato mattina sveglia presto, abbiamo chiuso le valigie e le abbiamo caricate in macchina perchè il programma della giornata prevedeva direttamente di spostarci verso est senza tornare indietro, ottimizzando così i tempi. La prima tappa prevede le famose Grotte di Benagil a cui vi consiglio spassionatamente di recarvi la mattina di buon’ora, massimo alle 9-10 di mattina, perchè poi si riempie di turisti ed è più difficile godersi il posto. Il parcheggio è ampio e gratuito, e vi consentirà di raggiungere a piedi Praia de Benagil, dove potrete noleggiare i Kayak anche senza prenotazione: 1.5h a 30€ in due. Lasciate tutto quel che potete in macchina, portatevi giusto il telefono per fare qualche foto e i soldi per il noleggio, meglio se riuscite a riporre tutto in una sacchettina stagna. Io ero titubante sulla durata del noleggio, sinceramente pensavo fosse poco tempo, ma in realtà è stato assolutamente azzeccato. Le grotte si trovano a pochi minuti dalla spiaggia, sulla sinistra. Sono uno spettacolo surreale, letteralmente mozzafiato e valgono sicuramente la pena. Noi siamo arrivati presto la mattina per cui siamo riusciti a visitarle quando c’era pochissima gente, già mentre rientravamo iniziava ad esserci la folla. Dopo una prima tappa alla grotta, non rientrate: vi consiglio di proseguire verso sinistra nelle numerose calette fra le rocce. Noi abbiamo trascorso il restante tempo a disposizione in una spiaggetta deserta all’insegna della tranquillità, cosa che non vi sarà invece possibile a Praia di Benagil, sempre pienissima di bagnanti e di kayak che vanno e vengono.


Sentiero per Praia das Fontainhas, Algarve, Portogallo

Rientrati alla macchina ci siamo diretti verso Praia das Fontainhas, decisamente una delle mie preferite, a pari-merito con Praia dos Tres Irmaos. Per raggiungerla dovrete fare un pò di strada a piedi in mezzo alla natura, terminando con una discesa ripida di circa 10 min, ma vi giuro che ne vale la pena, non fatevi intimorire e arrivate fino alla spiaggia. Praia das Fontainhas è piccolina, la zona di sabbia è circondata da due grandi scogliere, che la rendono appartata, poco frequentata e decisamente incantevole. Le acque sono molto calme e chiare, qui ci siamo goduti qualche ora di relax e sole bello intenso (le zone d’ombra sono pochissime e il sole picchiava parecchio, vi consiglio di portare qualcosa per ripararvi, come un ombrellone o una tendina se non siete abituati a stare a lungo sotto il sole).

Praia Das Fontainhas, Algarve, Portogallo

Verso le 3 del pomeriggio ci siamo diretti verso Albufeira per fare il chek-in in hotel: a causa delle restrizioni per il Covid, negozi, ristoranti e supermercati chiudevano alle 3, per cui abbiamo fatto la spesa e ci siamo sistemati in hotel in modo da poter passare il resto della giornata tranquillamente senza preoccuparci di nulla. Nella sfortuna di queste limitazioni, siamo capitate nel posto migliore: il nostro hotel era molto carino, dotato di una splendida cucina e di una terrazza sul tetto con una meravigliosa vista della città. A causa di queste restrizioni, non abbiamo visitato nulla di Albufeira essendo tutto chiuso la sera, ma per il poco visto nel pomeriggio vi posso dire che è un paesino carino, decisamente turistico e pieno di giovani, con tanti negozietti, localini per bere e ristoranti. Un pò troppo commerciale e turistica per i nostri gusti, ma sicuramente la posizione la rende un buon punto di appoggio per le escursioni giornaliere.

Praia Sao Rafael, Algarve, Portogallo

Il resto del pomeriggio lo abbiamo passato a Praia Sao Rafael, appena fuori da Albufeira: qui potrete scegliere se stare nella parte attrezzata, con bar e ristorante o in quella libera. La spiaggia è carina, molto affollata e un pò ventosa: c’è sicuramente di meglio, ma resta molto comoda dal centro di Albufeira.

Come anticipato poco fa, per cena siamo rimasti in hotel: abbiamo cucinato negli spazi condivisi (il concept dell’hotel era sovrapponibile a quello di un ostello, ma ogni stanza aveva il proprio bagno ed era privata) e abbiamo mangiato nella splendida terrazza sul tetto, con una vista splendida sulla città al tramonto.



Domenica 04.07

Falesia Beach - Parque Natural de Ria Formosa - Faro

Falesia Beach, Algarve, Portogallo

Ultimo giorno in Algarve e in Portogallo ma siamo solo a metà del nostro viaggio!

Anche oggi sveglia presto, valigie e in partenza diretti a Falesia Beach, una spiaggia tanto lunga quanto bella che da su ripidissime rocce di falesia. Qui potrete sistemarvi nelle varie zone attrezzate o scegliere la parte libera. E’ la spiaggia forse un po’ più ventosa in cui siamo stati, ma comunque piacevole e mai fastidioso. L’acqua invece decisamente la più gelida fino ad ora, ma semplicemente perchè per la prima volta eravamo in oceano aperto.

Falesia Beach, Algarve, Portogallo

Dopo pranzo ci siamo spostati sempre più a est verso Faro, la nostra ultima tappa in terra portoghese. Si tratta di una cittadina tranquilla, porto di pesca e località turistica separata dal mare da una laguna.

Parque Natural de Ria Formosa, Algarve, Portugal

Prima di addentrarci alla scoperta della città, ancora muniti di auto, ci siamo fermati per una visita al Parque Natural de Ria Formosa: un parco naturale di quasi 15000 ettari che comprende un sistema di lagune comprese tra tante lunghe isole sabbiose parallele alla costa, ricco di vegetazione e fauna particolari e super protetti. L’entrata è puramente simbolica, un contributo per il mantenimento del parco, vi costerà appena 2.80€ a testa, e la visita vi impegnerà circa 1.15h, per un totale di 3km. Se andate mi raccomando portate cappellino e crema solare, perchè la passeggiata è quasi totalmente esposta al sole e si sentiva parecchio, devo dire. A noi è piaciuto molto il giro immersi nella natura, molto rilassante e diverso da quel che avevamo fatto fin’ora. Se avete qualche ora a disposizione che non sapete come impiegare, e siete un po’ stanchi del solito mare, questa è un’ottima alternativa.

A questo punto ci siamo diretti in macchina verso l'hotel per il check-in, lasciare le valigie e ripartire subito verso l’aeroporto di Faro per riconsegnare il mezzo. Con l’autobus in 35 min (2,4€ a testa) siamo poi tornati in centro, ci siamo sistemati in camera e ci siamo spostati a piedi per cena.

La città di Faro è particolare: la Vilha Adentro è la parte vecchia, racchiusa nelle antiche

Vilha Adentro, Faro, Algarve, Portogallo

mura arabe ed è molto carina, qui potrete visitare anche la Sè, la cattedrale ed esplorare le viette piene di palazzi antichi. Sinceramente abbiamo trovato il posto un po’ desolato: c’era pochissima gente, e molti edifici e ristoranti erano chiusi. Siamo comunque riusciti a scovare un posticino delizioso per cena, una vecchia osteria super rustica e alla mano: l’Old Tavern. Abbiamo mangiato nella piazzetta, cibo decisamente eccezionale e tipico, con un menù diverso ogni giorno in base alla disponibilità dei prodotti.


Per il dolce ci siamo spostati al O Castelo, più per la location che per il resto: la vera chicca di questo posto è appunto la terrazza sulla laguna e una parte di città, che al tramonto offre uno spettacolo impagabile.

Tramonto a Faro, Algarve Portogallo

Ed eccoci giunti al termine del nostro tour del Portogallo on the Road. Siamo giunti in Algarve partendo da Port, a nord. Ma il nostro viaggio non termina qui, infatti abbiamo proseguito in Spagna verso Siviglia, dove siamo rimasti per due giorni, per poi concludere la vacanza a Lanzarote.


Per saperne di più del nostro viaggio e capire come organizzarlo al meglio vi rimando all'articolo dedicato.

Se siete interessati a cosa e dove mangiare in Algarve e nel resto del Portogallo, cliccate qui.

Nel caso vi foste persi le prime tappe, i link per recuperarle:

- Porto e Coimbra

- Lisbona e Sintra

Mentre per proseguire il nostro viaggio in territorio Spagnolo continua verso Siviglia.


Nel caso io abbia dimenticato qualcosa o vi servano ulteriori informazioni commentate qui sotto, sarò felice di aiutarvi! P.s: se viaggiate in queste zone fatemi avere il vostro feedback!


Buon viaggio (:




220 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti