top of page
  • Immagine del redattoreVanessa Valenti

La Fioritura di Castelluccio di Norcia: tutto quello che devi sapere

Tra Giugno e la prima metà di Luglio, l’altopiano di Castelluccio di Norcia (in Umbria) si tinge di mille colori grazie alla famosa Fioritura.

In queste settimane il verde dei campi da pascolo viene sostituito da un mosaico di colori, con variazioni di toni che vanno dal giallo ocra al rosso. I fiori che tingono il Pian Grande e il Pian Perduto in questo periodo sono tantissimi, di vari colori e forme, formando uno spettacolo mozzafiato: possiamo incontrare genzianelle, narcisi, violette, papaveri, ranuncoli, asfodeli, trifogli, acetoselle e tanti altri!

Castelluccio di Norcia

Quando ammirare la Fioritura di Castelluccio di Norcia

Fioritura di Castelluccio di Norcia

La festa della Fioritura ricade solitamente nella terza e nell’ultima Domenica di Giugno ma in realtà non esiste un preciso giorno per ammirare questo incantevole spettacolo, dipende dall’andamento climatico della stagione di quell’anno. Tendenzialmente però il periodo migliore per ammirare la fioritura nel pieno della sua bellezza va dall’ultimo weekend di Giugno ai primi due di Luglio.

La Fioritura è in anticipo? …è in ritardo? …quando ci sarà? Noi abbiamo sentito dire che si sta sempre più spostando in avanti verso Luglio.

Per monitorare l’andamento della fioritura potete seguire il sito ufficiale con gli aggiornamenti in tempo reale: Fioritura di Castelluccio di Norcia.

Fioritura di Castelluccio di Norcia

Noi siamo andati l’ultimo weekend di Giugno e, per quanto la fioritura fosse già iniziata, era ancora indietro di un paio di settimane a causa delle abbondanti piogge degli ultimi mesi. Ciononostante lo spettacolo era già splendido e il lato positivo è che la piana non era ancora così affollata come nel pieno della fioritura quando, oltretutto, le strade vengono chiuse al traffico e si può raggiungere Castelluccio e i campi fioriti solo a piedi. In questo caso troverete dei parcheggi predisposti sia sul lato umbro che marchigiano da cui potrete usufruire di un servizio navetta per raggiungere i campi in fiore.

Se avete intenzione di andare nel pieno della fioritura allora vi sconsiglio il Sabato e la Domenica: il weekend è sempre super affollato e non avrete modo di godervi lo spettacolo. Inoltre è meglio evitare di arrivare con l'automobile e mi raccomando di non calpestare i campi coltivati.

Fioritura di Castelluccio di Norcia

Come raggiungere Castelluccio di Norcia durante la Fioritura

A piedi fra i campi fioriti di Castelluccio
A piedi fra i campi fioriti di Castelluccio

Castelluccio di Norcia è una frazione di Norcia, in provincia di Perugia, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, ai piedi del Monte Vettore.

Il modo ideale per ammirare la fioritura è quello di muoversi a piedi fra i campi lungo i sentieri: non dirigetevi verso il centro del paese per parcheggiare, ci sono delle aree apposite per il parcheggio, soprattutto nei weekend di Giugno e Luglio quando fra l’altro l’accesso è limitato e vengono allestiti degli appositi parcheggi prenotabili da cui è attivo il servizio navetta per arrivare alla Piana.

Nel 2023 nel weekend del 24-25 Giugno e dei primi tre fine settimana di Luglio (1-2, 8-9 e 15-16) le strade della Piana saranno infatti chiuse al traffico.

Quest’anno (2023) sono previste due modalità:

  • DOMENICHE: il 2, 9 e 16 Luglio, è interdetto il passaggio di auto e camper. Per chi viaggia con questi mezzi, per tutte e tre le porte di ingresso ai Piani di Castelluccio (Arquata del Tronto, Norcia e Castelsantangelo sul Nera), l’UNICA MODALITÀ di accesso alla fioritura è quella di lasciare il proprio mezzo in uno dei parcheggi;

  • SABATI: nei Sabati del 1, 8 e 15 Luglio la modalità di accesso è stabilita di volta in volta: se verranno registrate situazioni di criticità legate al traffico, si applicherà la stessa modalità prevista per le domeniche.

Una volta lasciata la propria autovettura in uno dei parcheggi stabiliti, Castelluccio e le piane fiorite possono essere raggiunti attraverso il servizio navette (su prenotazione) oppure a piedi, in bicicletta, in e-bike, etc.

I parcheggi predisposti sono quelli di:

Il parcheggio è quello nei pressi del Rifugio Mezzi Litri. Qui sono stati allestite due aree per le auto, a distanza di 500 metri circa l’una dall’altra:

Per raggiungere la piana, è attivo il servizio navetta in partenza ogni ora, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Le navette effettuano due fermate:

  • all’incrocio tra la strada di Forca di Presta e la SP477

  • in prossimità del Sibillini Ranch

Entrambi i parcheggi sono gratuiti mentre la navetta è a pagamento (a/r 3€): sia il parcheggio che la navetta sono su prenotazione a questo sito: parcheggio Arquata del Tronto

I parcheggi che possono essere prenotati nel Comune di Norcia sono quattro ma l’unico adibito per i camper è quello di Boeri Norcia Capoluogo.

Tutti e 4 i parcheggi sono a pagamento, così come la navetta ed entrambi sono su prenotazione: è possibile anche prenotare solo il parcheggio singolarmente.

La navetta parte dal parcheggio Monti del Sole e fa una fermata intermedia al parcheggio di Forca Canapine, prima di raggiungere la piana.

Le navette effettuano tre fermate:

  • in mezzo al Piangrande

  • a metà della salita per arrivare al paese

  • nella piazza di Castelluccio

Per la prenotazione di parcheggio e navetta presso Norcia accedete al sito parchiaperti e selezionate quello che preferite.

Anche nel comune di Castelsantangelo sul Nera è attivo il servizio di parcheggio + navetta, entrambi a pagamento e su prenotazione sul sito: parcheggio Castelsantangelo. Il costo del parcheggio + 1 persona in navetta è di 5€, poi 2€ per ogni persona aggiuntiva in navetta.

Il parcheggio a disposizione dei visitatori della Fioritura è quello di Monte Prata. Qui è attivo il servizio navetta in partenza ogni ora dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, con la partenza delle navette disposta ad ogni ora.

La navetta effettua 2 fermate sul Piangrande:

  • all’incrocio tra la strada di Forca di Presta e la SP477

  • nella piazza di Castelluccio paese

Un'altra alternativa è quella che abbiamo scelto noi: abbiamo parcheggiato gratuitamente nell’area sosta Camper di Forca di Presta e da qui abbiamo percorso 22km di trekking nella Piana facendo uno splendido anello fra i campi fioriti e pranzando a Castelluccio.


Questa è la mappa dei punti fotografici della Fioritura e troverete anche i parcheggi dedicati.


Se state pianificando una gita a Castelluccio per ammirare la fioritura allora potete scegliere fra:

  • un’escursione in giornata - se il vostro punto di partenza lo permette potete tranquillamente arrivare in mattinata, fare un bel giro a piedi che includa un delizioso pranzo nei pressi di Castelluccio da Norcia, proseguire il cammino e ripartire nel tardo pomeriggio;

  • un weekend umbro-marchigiano abbinando la Fioritura di Castelluccio magari a una bella giornata di mare sulla costa marchigiana.

La Fioritura di Castelluccio di Norcia

Il nostro weekend umbro-marchigiano: la Fioritura di Castelluccio di Norcia e una giornata di mare sulla costa adriatica

La Fioritura di Castelluccio di Norcia

Per ammirare la Fioritura di Castelluccio da Norcia, esperienza che sognavo di fare da qualche anno, abbiamo deciso di concederci un intero weekend in modo da godercelo con calma e abbinando un bel trekking a una seguente giornata di meritato relax al mare approfittando della posizione di Castelluccio vicinissimo al confine fra Umbria e Marche.

Come accennato precedentemente, siamo stati un po’ in anticipo rispetto la piena Fioritura ma purtroppo non potevamo fare diversamente per impegni già presi nei successivi weekend. Ciononostante i colori erano già mozzafiato ed è comunque stato meraviglioso e abbiamo avuto il benefit di incontrare poca gente lungo i sentieri godendoci lo spettacolo in tranquillità senza doverci preoccupare di chiusura di strade, traffico e code.

Noi siamo partiti Venerdì pomeriggio da Forlì per arrivare a Forca di Presta verso le 19:30, dove abbiamo trascorso la notte in rifugio.

La Fioritura di Castelluccio di Norcia

Sabato mattina siamo partiti per un trekking nelle Piane della Fioritura, pranzo a Castelluccio e nel pomeriggio chiusura dell’anello con ritorno a Forca di Presta dove abbiamo montato le tende per la notte e mangiato un panino. Sicuramente dedicare la giornata a Castelluccio sul Sabato è stata un’ottima scelta per evitare orde di turisti e godere di più calma. L’ideale ovviamente sarebbe andarci fra settimana ma per noi non era possibile.

Domenica mattina siamo partiti alla volta della costa marchigiana per una giornata di mare e relax dopo il trekking del giorno prima: noi abbiamo fatto tappa a Fiorenzuola di Focara (più verso casa per noi) ma delle ottime alternative sono Sirolo e Numana.

Ora vediamo nel dettaglio il nostro weekend che spero possa essere un buono spunto per la pianificazione sia di gite in giornata a Castelluccio o a Fiorenzuola di Focara/Sirolo/Numana, sia di un bel weekend che mixi trekking e mare fra Umbria e Marche.


VENERDI

Partenza da Forlì e arrivo in auto a Forca di Presta verso le 19:30 dove abbiamo incontrato Vittorio, un signore gentilissimo che si occupa della gestione del Rifugio Belvedere, dove noi abbiamo alloggiato la prima notte di questo weekend.

Abbiamo lasciato l’auto gratuitamente nell’area sosta Camper di Forca di Presta e Vittorio ci ha scortati al Rifugio (la strada è particolarmente sterrata e piena di buche, per cui a meno che non abbiate un'auto alta o una 4x4 meglio andare con lui).

Rifugio Belvedere 1577 s.l.m. - Forca di Presta

Rifugio Belvedere 1577 s.l.m. - Forca di Presta
Rifugio Belvedere 1577 s.l.m. - Forca di Presta

Il Rifugio Belvedere è situato alla fine del “Sentiero per tutti” di Forca di Presta, a circa 3,5km dall’area sosta camper.

Il rifugio offre la possibilità di sostare con tende o all’interno nella stanza da letto dotata di 8 posti in letti a castello. E’ in splendido stile rustico che ne mantiene lo spirito “essenziale” della montagna. Il rifugio viene gestito con parsimonia e nel pieno rispetto dell’ambiente utilizzando acqua di sorgente e energia elettrica da pannelli solari o un generatore elettrico.

E’ dotato di una piccola cucina con piastra elettrica e forno a microonde, due bagni con doccino con acqua calda e phon e infine la camera da letto dove ogni postazione è completa di materasso e lenzuolo, cuscino e federa.

Monte Vettore visto dal Rifugio Belvedere
Monte Vettore visto dal Rifugio Belvedere

Il costo è di 50€ a testa (inclusa la colazione) sia che siate in 2 che siate in 8 e l’intero rifugio sarà a vostra disposizione - su richiesta è possibile anche farsi preparare la cena come extra, inoltre accettano i cani.

Il rifugio è splendido, con tavoli e panchine all’esterno e una vista mozzafiato sulle piane e il Monte Vettore. Nei dintorni solo qualche pecora al pascolo per cui godrete di un silenzio meraviglioso. E’ stata un’esperienza unica, decisamente consigliata!

Per le prenotazioni potete contattare Vittorio al n° 330 280690 oppure scrivere una mail a info@rifugideisibillini.it

Noi ci siamo organizzati portando la cena da casa: in questo caso vi consiglio di prediligere qualcosa di già pronto in modo da non dover perdere tempo con le cotture sulla piastra elettrica.


SABATO

Sabato mattina ci siamo svegliati presto e dopo una bella colazione abbiamo lasciato il Rifugio Belvedere e siamo tornati all’auto nel parcheggio di Forca di Presta dove abbiamo scaricato lo zaino con l’occorrente per la notte e la cena e, armati di un leggero zainetto per il trekking, ci siamo incamminati verso le Piane di Castelluccio.

Abbiamo scelto un percorso di 18 km totali, abbastanza semplice e quasi tutto in piano, che attraversa le Piane e il paese di Castelluccio di Norcia, dove abbiamo pranzato.

Trekking da Forca di Presta a Castelluccio di Norcia e ritorno - traccia Wikiloc

Il percorso è piuttosto semplice, ci sono solo due punti in salita: quello per raggiungere il paese di Castelluccio e l’ultimo tratto per Forca di Presta, per il resto è in piana e lungo i sentieri che attraversano gli splendidi campi fioriti di Castelluccio.

Durata totale: 18,5 km

Difficoltà: moderata

Tempo in movimento: 4 ore



Se volete pranzare nei pressi di Castelluccio di Norcia potete decidere di fermarvi in cima al paese, dove ci sono vari food truck con street food tipico e alcuni stand che vendono prodotti locali tipici come le lenticchie e altri legumi, oppure scendere verso la piana e fermarvi in uno dei ristoranti ricostruiti dopo il terremoto.

Ce ne sono diversi, tutti vicinissimi, e ognuno vende prodotti tipici.

Noi abbiamo scelto il Ristorante La Montagnola da Mamma Ida e siamo stati super soddisfatti: consigliatissimo per l’ottimo rapporto qualità prezzo, ma mi raccomando di prenotare.. è sempre pienissimo!

Gnocchi alla norcina - da Mamma Ida
Gnocchi alla norcina - da Mamma Ida

In 5 persone abbiamo ordinato 4 antipasti (un tagliere di salumi e formaggi locali misti, due porzioni di crostini al tartufo nero e una frittata di lenticchie di Norcia), 5 primi (due porzioni di gnocchi alla norcina con tartufo nero, una zuppa di lenticchie con salsiccia, un tortello di ricotta con tartufo nero e un tortello di ricotta alla norcina), due contorni (una porzione di lenticchie e una di patate al forno), 3 dolci (due yogurt di capra freschi farciti e una ricotta fresca farcita), 2 bottiglie d’acqua e 1l di vino della casa spendendo in totale 28€ a testa. Era tutto delizioso e ve lo consiglio vivamente.

Fuori dal ristorante ci sono alcuni sdrai dove riposarsi ammirando la piana prima di rimettersi in cammino!

Se volete mangiare in uno dei ristoranti e non optare per lo street food allora vi consiglio vivamente di prenotare in anticipo: non ci sono tante alternative per cui sono sempre pienissimi!


Notte in tenda a Forca di Presta
Notte in tenda a Forca di Presta

Notte in tenda a Forca di Presta

Per la seconda e ultima notte di questo weekend ci siamo accampati con le tende di fronte al vecchio rifugio in disuso che si trova davanti all’area sosta camper di Forca di Presta.

Dopo aver chiesto a Vittorio un consiglio, ci ha indirizzati verso questa zona per poter dormire in tenda in sicurezza e senza problemi, ma soprattutto al riparo dal vento che spesso soffia impetuoso in queste piane.

Abbiamo montato le tende al tramonto, cenando con qualche panino comprato a Castelluccio di Norcia nel pomeriggio e abbiamo trascorso una notte tranquilla e piacevole davanti al Monte Vettore.


Escursione a cavallo nelle Piane di Castelluccio

Per chi fosse interessato, sulla Piana davanti a Castelluccio si trova il Sibillini Ranch che organizza escursioni a cavallo da una o più ore (per principianti o esperti) e tour in carrozza oltre che occuparsi di allevamento, doma e addestramento.

Vi lascio i contatti nel caso vogliate richiedere qualche informazione:

Emiliano 338 9970734

Damiano 339 3826195

Email : emiliano988@alice.it


DOMENICA

Fiorenzuola di Focara
Fiorenzuola di Focara

Domenica mattina ci siamo svegliati all'alba (sempre meglio aver smontato le tende prima delle 8:00 in aree non adibite al campeggio in modo da evitare qualsiasi problema), abbiamo smontato le tende, fatto una colazione al volo e siamo partite verso la costa marchigiana per una giornata di meritato relax dopo i trekking del giorno precedente.

Da Forca di Presta ma in generale da Castelluccio e dai Monti Sibillini in un paio di ore sarete nella zona di Sirolo/Numana, in tre ore a Fiorenzuola di Focara (che noi abbiamo scelto perchè sulla strada di ritorno verso casa) o eventualmente, a circa 80 minuti di auto raggiungerete San Benedetto del Tronto.

Tutta la costa marchigiana offre meravigliose spiagge per tutti i gusti: da quelle attrezzate e quelle più selvagge. Avete l'imbarazzo della scelta!


Cosa portare per un weekend di trekking a Castelluccio di Norcia

Zaino per cane Pecute

Vediamo ora l'indispensabile per un weekend di questo tipo, che includa quindi sia l'attrezzatura per un trekking leggero, per una notte in tenda e per il mare dell'ultimo giorno:

- uno zaino per il trekking - io utilizzo il modello Borealis Classic - North Face che utilizzo sia per il trekking che per i viaggi;

- scarpe da trekking - io utilizzo il modello X Ultra della Salomon in Goretex, probabilmente il mio miglior acquisto di sempre!

- giacca anti-vento: sulla piana tira parecchio vento e l'altitudine si fa sentire parecchio, soprattutto quando va via il sole e si fa piuttosto freschino;

- cappello e occhiali da sole sportivi - da quando ho provato gli occhiali da sole polarizzati Queshark non me ne separo più: resistentissimi e bellissimi, ci sono in tantissime varianti di colore, per non parlare dell'eccellente rapporto qualità-prezzo;

- creme solari;

- borraccia - vi posso consigliare il modello in acciaio termico da 1l della Sparrow: sia io che Enrico ne abbiamo una e di tutte le varie marche e tipi che abbiamo provato questa è indubbiamente la migliore;

- tenda;

- sacco a pelo Naturehike (ultralleggero e che si può unire ad un altro) gemellabile e materassino autogonfiante;

- una borsa da mare con: ciabatte e telo da spiaggia.


Se viaggiate con i vostri amici a quattro zampe, durante questo viaggio ho testato due nuovi prodotti che ho acquistato per King:

- lo zaino per cani Pecute modello grande fino a 15kg.

Purtroppo King non sta molto bene e non è più in grado di reggere lunghe camminate, per cui ci siamo attrezzati con questo comodo zaino in cui devo dire che si è trovato benissimo.


La Fioritura di Castelluccio di Norcia

Ora che abbiamo fatto insieme gli zaini, siete pronti per partire per Castelluccio e ammirare la meravigliosa Fioritura che ogni anno colora le piane ai piedi dei Monti Sibillini.

Mi raccomando, come sempre, per qualsiasi cosa non esitate a contattarmi nei commenti qui sotto o in privato!

Buon viaggio!


Post correlati

Mostra tutti

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page